Givova Capri Anacapri. Incredibile stop alla gara contro il San Vito Positano: i fatti

Incredibile quello che è successo oggi al San Costanzo. Sul risultato di 1 a 0 a favore della squadra ospite, l’arbitro Crispino di Frattamaggiore ha fischiato in netto anticipo la fine della gara sostenendo di aver subito un aggressione da parte del capitano dell’Uc Givova Capri Anacapri, Stefano Parlato.
La decisione della giacchetta nera, che più nera non si può, ha lasciato perplessi tutti i presenti in quanto è stata senza dubbio presa senza considerare il clima nel quale fino a quel momento si era svolta la disputa. Sul tabellino infatti, fino a quel momento solo due ammonizioni. Gara sentita, ma mai scorretta. Anzi.
Decisione davvero imbarazzante e che mortifica lo sforzo di chi sostiene un campionato impegnativo come la Promozione.
Adesso la linea passa alla giustizia sportiva la quale avrà il compito di stabilire quanto accaduto basandosi anche sui filmati video a disposizione che evidenziano, senza ombra di dubbio, l’esistenza di tutte le credenziali per poter continuare in tutta tranquillità la gara.
Senza ombra di dubbio bisognerà considerare i precedenti che la dicono lunga. Sull’isola, da sempre, chiunque abbia fatto l’arbitro o l’avversario è stato sempre accolto in amicizia e trattato con rispetto.
Oggi siamo caduti tutti dalle nuvole.
Ufficio comunicazione
Responsabile Massimo Lionetti