Giugliano-Sorrento 1-2. Tigrotti fuori, blitz dei costieri nel segno di Pedrabissi

Inizia il cammino di Giugliano e Sorrento nella Coppa Italia Serie D, palcoscenico della sfida lo stadio “Alberto Vallefuoco” di Mugnano di Napoli. Calcio d’estate fine estate misto ad agonismo da campionato, per una partita che ha visto due squadre non risparmiarsi mai sul terereno di gioco. Alla fine a spuntarla è stato il Sorrento, che nella ripresa, complice la superiorità numerica per espulsione di Mennella, superano i gialloblù e accedono al turno successivo dove ci sarà il Gladiator, vittorioso col San Tommaso.

BLOCCATI SUL PARI – Due squadre, due fazioni in lotta per 45 minuti incandescenti. Il Giugliano gestisce il possesso palla, mentre il Sorrento risponde a testa bassa. Le idee ci sono, il passo non è ancora dei migliori, normale per una gara di agosto, seppure valida per la coppa Italia. Poca concretezza sotto potra per le due contendenti. Questi sono i passaggi principali della prima frazione di gioco al “Vallefuoco”, una gara bloccata sul pareggio nonostante qualche buon spunto non sfruttato a dovere sia da parte dei gialloblù, sia da parte dei costieri.

PEDRABISSI DECISIVO – Il copione nella ripresa, almeno nell’avvio, una gara molto maschia con le due avversarie che non si risparmiano mai sul terreno di gioco. La gara si mette in salita per il Giugliano quando resta in dieci per espulsione diretta di Mennella, che lascia i suoi in inferiorità numerica, ma rischia di complicarsi ulteriormente quando il Sorrento beneficia di un calcio di rigore per atterramento in area di Pedrabissi da parte di D’Alessandro. Dagli undici metri si presenta Bonanno che però colpisce il palo. Il Sorrento, però, riesce a beneficiare della superirità numerica passando in vantaggio con Gargiulo su assist di un inarrestabile Pedrabissi. Gli uomin di Agovino perdono il giusto mordente, non riuscendo ad incidere sotto rete, diversamente i rossoneri riescono a trovare il raddoppio a cinque minuti dalla fine che suona come una sentenza per il Giugliano. De Vena prova a dare una sveglia ai suoi, riaprendo la partita ad una manciati di minuti dalla fine, ma spuntarla sono i ragazzi di Maiuri, che si regalano il Gladiator al prossimo turno di Coppa Italia.

GIUGLIANO – SORRENTO: 1-2 (0-0 pt)

Giugliano (4-3-3): Maisto ’00; D’Alessandro ’99 (85′ Marigliano ’99), Ruggiero, Carbonaro, Mennella ’01; Impagliazzo, Liccardo, D’Angelo ’00 (66′ Capone L. ’00); Alvino (80′ Manzo), De Vena, Caso Naturale. Allenatore: Mola ’99, D’Ausilio ’01, Micillo ’00, Capuano A. ’02, Granata ’01, Orefice ’01. Allenatore: Massimo Agovino

Sorrento (4-4-2): Sacarano ’00; Peluzzi ’01, Cacace, Fusco, Masullo; Cassata (80′ Bozzaotre ’00), La Monica (57′ Pedrabissi), De Rosa, Vitale ’01 (59′ Vodopivec ’00); Bonanno (94′ Sannino ’01), Gargiulo. A disposizione: Semertzidis ’00, D’Alterio, Cesearano ’01, Esposito ’00, Cinque ’02. Allenatore: Vincenzo Maiuri

direttore di gara: il signor Cosimo Delli Carpini della sezione di Isernia
assistenti: i signori Marco di Bartolomeo della sezione di Campobasso e Matteo Gentile della sezione di Isernia

marcatori: 71′ Gargiulo (S), 86′ Pedrabissi (S), 88′ De Vena (G)

ammoniti: La Monica (S), Capone (G), Scarano (S)
espulsi: Mennella (G)
angoli: 1-3
recupero: 1’pt, 4’st
note: Bonanno sbaglia un calcio di rigore, circa 800 spettatori presenti allo stadio

Dallo stadio “Alberto Vallefuoco” di Mugnano di Napoli, Gianfranco Collaro