Euro2016. Esordio amaro per De Biasi: passa di misura la Svizzera

Un brutto esordio per il nostrano Gianni De Biasi, non per la prestazione, quanto per il risultato. Gli albanesi infatti cedono il passo alla Svizzera delle vecchie conoscenze Dzemaili e Behrami. Il primo, in particolare, si è messo in luce grazie ad un calcio di punizione che ha fruttato un’ottima occasione per raddoppiare, ma il pallone finisce sul palo

L’inerzia della partita cambia al 5¬∞ minuto del primo tempo, quando Berisha tradisce i suoi sbagliando l’uscita sull’angolo di Shaqiri, che favorisce l’inserimento di Schar, marcatore di giornata.

L’Albania, inoltre, al 37¬∞ resta in dieci uomini a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Cana. Proprio in quell’azione l’attuale giocatore del Genoa becca il palo che nega il raddoppio ai suoi. Nonostante l’inferiorità numerica gli esordienti della competizione europea tengono duro e non permettono agli elvetici di allungare le distanze. Berisha, infatti, si fa perdonare l’errore del primo tempo e nella ripresa nega la gioia del gol a Seferovic. tanta amarezza e tanti rimpianti per la squadra di De Biasi che a tre minuti dal triplice fischio spreca la palla gol del pareggio. protagonista dell’azione è Gashi, che a tu per tu con il portiere svizzero calcia male e permette a Summer di deviare oltre la traversa.

I balcanici, quindi, pagano l’assenza del killer instict. Con questa partita la classifica del Girone A cambia cos√¨: Francia e Svizzera comandano con 3 punti per entrambe. I blues hanno all’attivo 2 gol e un gol subito. Stessa differenza reti, quindi, degli elvetici. Dietro ci sono Romania, terza, e Albania entrambe a quota 0 punti.

Cristina Mariano