Edgar Schurtz addio al Pescara: “3 anni fantastici”

Gli addii non sono mai facili ma si sa che anche per i calcettisti i cicli finiscono ed è stato cosi anche tra Edgar Schurtz ed il Pescara dopo un matrimonio sportivo durato ben tre anni e ricco di soddisfazioni da ambedue le parti.

Il pivot nato in Brasile a Curitiba l’11 febbraio del 1979 ma naturalizzato italiano ci tiene a ringraziare la società adriatica Sono stati tre anni fantastici, direi da favola dove la società non mi ha fatto mancare assolutamente nulla e per questo motivo sento il dovere di ringraziarli. Ma ora ho l’esigenza di trovare nuovi stimoli e nuove sfide anche perch√© non sono più un ragazzino, terrò nel cuore Pescara ed i suoi splendidi tifosi.

Un attaccante di provata esperienza sul mercato arrivato nella stagione 2003/04 in Italia al San Paolo Pisa, poi Prato, Marcianise, Arzignano, Napoli Barrese ed infine Pescara con presenze nella nazionale azzurra. 184 cm per 90 kg circa ed oltre cento reti all’attivo nel campionato italiano, quest’anno ha disputato i playoff con la squadra del tecnico Mario Patriarca. Un pezzo da novanta quindi in cerca di sistemazione e che potrebbe risolvere i problemi di molte squadre, Schurtz al momento sta vagliando le offerte in attesa della decisione finale per la prossima stagione.

Condividi