Eccellenza e Promozione. La guerra dei play-out: la risposta del commissario ai ricorsi

Quello che sta accadendo tra le società di Eccellenza e Promozione e il commissario straordinario Luigi Barbiero ha le sembianze di una vera e propria guerra silenziosa, senza armai.

La decisione di attuare il regolamento con l’istituzione dei play-out aggiuntivi dopo tre settimane dalla fine del campionato ha creato una voragine tra le parti. A niente sono serviti il ricorso presentato in collettivo dalle tre squadre di Eccellenza, Scafatese, Faiano e Puteolana e a cui sono seguiti quelli delle squadre di Promozione.

Già in occasione della partita tra Avellino e Bari valevole per la seconda giornata del triangolare di poule scudetto Luigi Barbiero aveva anticipato che si sarebbe optato per la mano pesante nei confronti delle squadre che si sarebbero rifiutate di scendere in campo. Si parlava di esclusione dalla lista ripescaggi, ma con il comunicato emanato nella serata di oggi si parla di tutt’altro.

In caso di sconfitta a tavolino come conseguenza del forfait da parte delle squadre il commissario opterebbe per la radiazione delle squadre che non scenerrebbero in campo. Per i calciatori una squalifica per l’intero anno calcistico 2019/2020.

Insomma una presa di posizione che mette in una posizione più che scomoda le società che dal canto loro non posso far altro che scendere in campo e ingoiare il boccone amaro.

Cristina Mariano