Eccellenza A. Vicini al giro di boa: il punto di Alessandro Caruso

Manca una sola giornata e poi si potrà archiviare il girone di andata del campionato di Eccellenza. Un girone, quello casertano e napoletano, in cui regna l’equilibrio ma con la corazzata oplontina che ha premuto sull’acceleratore allungando le distanze dalla inseguitrici.

Il tecnico Alessandro Caruso si è soffermato ai nostri microfoni per stilare un punto sul campionato sin qui giocato: “Domenica ci sarà il primo match point per il Savoia. E’ vero è solo l’ultima giornata del girone di andata, ma se i bianchi riusciranno a fare bottino pieno al San Mauro di Casoria potrebbe essere veramente il punto decisivo per la fuga per la squadra di Fabiano. In realtà non sembra che ci sia molto campionato anche se il Mondragone ieri ha messo un po’ in difficoltà il Savoia al Giraud, ma gli oplontini sono la squadra più attrezzata a vincere. Ci sarà sicuramente una bella cornice di pubblico contro il Casoria di La Manna che è tornata a correre dopo un periodo di stanca. La griglia per questa prima parte del campionato, almeno per la parte alta della classifica, sembra fatta: Savoia, Casoria, Frattese e Afragolese, che alla prima di Coppola è riuscita a vincere, e che fanno un po’ la gara per la piazza d’onore, con un posizionamento in zona play-off che potrebbe tranquillamente portare ad una promozione. Il campionato è certamente ancora lungo, ma credo che queste squadre continueranno a fare bene, si stanno rinforzando nel mercato perchè hanno capito che posso fare un campionato di Eccellenza di vertice in questa stagione. Un campionato questo che sembra una vera e propria D2. Resta il punto di domanda Puteolana che ha un andamento comunque altalenante e non riesce a dare una sterzata definitiva. Crocevia potrebbe essere la partita di ritorno di Coppa Italia, il passaggio del turno potrebbe dare nuova linfa ad una squadra già molto buona”.

Chiarita la posizione delle prime della classe, andiamo a guardare dalla metà classifica in giù dove regna un altro equilibrio, ben distaccato dalla lotta nei piani alti della graduatoria:”Se Maddalonese e Mondragone stanno facendo un ottimo campionato, la vittoria contro la Mariglianese ha tirato fuori dalle sabbie mobili il San Giorgio, mentre il mercato sarà importante per tutte le squadre di bassa classifica perchè dalla Sessana alla Mariglianese ci sono 6 squadre in 7 punti tutte impelagate nella lotta per non retrocedere. Campionato diviso in due con le prime che abbiamo già analizzato e le altre in basso dove tutto è ancora aperto. Il Giugliano non ha giocato questa domenica contro il Barano, avrà sabato prossimo una sfida molto importante proprio contro i vesuviani della Mariglianese. Riguardo il Giugliano ritengo che per la campagna acquisti e per la piazza si tirerà fuori dalla bagarre play-out, mentre la vedo più difficile per le isolane per le quali credo sia difficile la scalata.

Non semplice la scalata neanche per la Mariglianese, anche se personalmente me lo auguro. Discorso Sessana: bisogna capire cosa stia succedendo a Sessa Aurunca visto che per ora la campagna acquisti è stata per lo più in uscita piuttosto che in entrata, mancano ancora dei giorni quindi aspettiamo per vedere cosa succederà. La posizione non è critica, ma appunto sarà importante vedere cosa succederà dopo la fine del mercato. Il Pimonte onestamente lo vedo in grossa difficoltà, credo che sarà davvero difficile per loro mantenere la categoria”.

Puntiamo gli occhi sul prossimo turno: “Relativamente al cartellone di domenica prossima. Big match come già detto prima tra Casoria e Savoia, una partita da tripla. Turno casalingo per la Frattese contro la Virtus Volla, una squadra sempre molto molto ordinata e ben guidata da Gianni Formicola che vende cara la pelle e che arriva a un pareggio molto importante. Spicca anche la sfida tra Afragolese-Maddalonese, sarà una uscita importante per rilanciare le ambizioni della squadra di Coppola ed un banco di prova più difficile che metterà alla prova i rossoblu. Pronostico 1 anche per San Giorgio, Puteolana e Mondragone. Spicca in chiave salvezza la sfida tra Giugliano e Mariglianese. Importante sarà per il Real Forio il turno interno per fare bottino pieno con la Sessana”.

Una chiosa: “Faccio i complimenti agli addetti ai lavori che stanno dando vita ad un campionato molto importante e vivace con un buon tasso tecnico ed un buon tasso agonistico. Inoltre un grande seguito in alcune piazze come Casoria, Pozzuoli, Giugliano, Torre Annunziata, Afragola, molto importanti che danno lustro a quello che succede nel nostro campionato regionale”.

Cristina Mariano