Eccellenza A. Countdown alla ripresa: partenza soft

Se per alcune squadre il 2018 agonistico è iniziato ieri con la partita di andata delle semifinali di Coppa Italia, per altre l’esordio annuale sarà tra sabato e domenica, in campionato.

Nel girone A Real Forio e Savoia hanno già dato dimostrazione del loro stato di forma ieri nella partita di Coppa, vinta dagli isolani nei minuti di recupero. Nel girone A di Eccellenza si partirà con partite per lo più soft. La capolista Savoia affronterà un’altra isolana, il Barano. a 15 punti in classifica. La squadra di Billone Monti è sempre considerata ostica ed ordinata, capace di mettere in difficoltà le proprie avversarie. Le trasferte, però, un tallone d’Achille per gli aquilotti. Solo 6 punti all’attivo, una vittoria, 3 pareggi e quattro sconfitte. Il Giraud, neanche a dirlo, è un campo infernale, il dodicesimo uomo per gli oplontini che dovranno archiviare la sconfitta di ieri e tornare a vincere per difendere la vetta.

Il Casoria, al contrario delle altre almeno sulla carta, partirà con uno scontro diretto, quello contro l’Afragolese al secondo posto in classifica e con quattro punti di distacco dai viola. Il San Mauro porta solitamente grandi soddisfazioni alla formazione di La Manna, che ha raccolto 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. L’Afragolese arriva da un mercato di rinforzo, con alcuni giocatori scesi di categoria per vestire la maglia rossoblu. Arriva anche dal cambio in panchina, che ha portato subito la scossa. Si prospetta quindi un avvio spettacolare per le due formazioni.

Il Casalnuovo Frattese affronterà un Monte di Procida in ripresa. I flegrei, infatti, nelle ultime cinque hanno portato a casa cinque punti figli di 3 pareggi, 2 sconfitte ed 1 vittoria. Lo Ianniello, però, è uno stadio che ha regalato ai nerostellati delle grandi soddisfazioni, 17 punti figli di 5 vittorie, 2 pareggi ed una sola sconfitta. Una certezza per la squadra di mister Ciaramella. La nuova Frattese viaggia ad una media di 1.9 punti a partita, tanto da andare in campo con la sicurezza di fare bene.

Il Giugliano affronterà il fanalino di coda Pimonte. Imperativo vincere, da subito, per sistemare una situazione che probabilmente nessuno si aspettava. Solo 14 punti in classifica a un posizionamento nella zona calda. i Rinforzi dovrebbero portare subito energie e stimoli nuovi. La situazione del Pimonte si fa sempre più complicata. Sono solo 4 i punti conquistati, non certo abbastanza per far ben sperare, visto il distacco di 8 punti da un Real Forio che si è rimboccato le maniche.

E proprio gli isolani sono chiamati ad una sfida ostica, quella contro la Maddalonese. I casertani sono stati la vittima dei biancoverdi nei quarti di Coppa. Un importante distacco di punti, ma la vittoria contro la capolista di certo ha galvanizzato la formazione di Impagliazzo. La Maddalonese, però, non riesce ad ingranare lontano dal Cappuccini. Infatti sono solo 2 le vittorie lontano dalle mura amiche, 2 pareggi e 3 sconfitte.

La Puteolana con il suo miglior rendimento in casa affronterà la Sessana, che non dovrebbe creare particolari problemi ai granata, anche a causa dei continui problemi con il comune di Sessa Aurunca a causa dello stadio e del loro conseguente campionato itinerante. Una situazione questa che ha costretto il Presidente Vrola ad alzare bandiera bianca. La squadra di Sarnataro, invece, viaggia in un treno abbastanza sicuro. Al momento in zona play-off ha raccolto 3 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta nelle ultime cinque partite.

Il Mondragone dovrà vedersela con la Mariglianese, che nelle ultime uscite ha conquistato 1 vittoria 1 pareggio e 3 sconfitte. Reduce dall’esonero e da un mercato atto a rinforzare i reparti, i napoletani vogliono mettere al sicuro i punti necessari alla salvezza. Attualmente al 14esimo posto una vittoria porterebbe sicuramente aria fresca, qualora i risultati delle concorrenti siano favorevoli.

Infine il girone si chiude con la sfida tra San Giorgio e Virtus Volla. la prima a metà classifica all’imbocco della zona play-off, la seconda ad un punto sopra la zona play-out. Il Volla è una squadra ordinata e ostica che ha sempre messo in difficoltà le squadre che ha affrontato. Numeri non confortanti con 2 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte lontano dalle mura amiche, la Virtus Volla va ad affrontare una squadra che messo su un ruolino di marcia positivo, dopo due sconfitte tre vittorie nelle ultime cinque uscite.

Giovanna Criscuolo

Condividi