“Di sfiDe in sfiDe”. Granata-Nola: il derby del riscatto

Quello tra Granata e Nola sarà un derby per il riscatto. Le due squadre si affrontano arrivando da una sconfitta. La squadra di Maurizio Morra è reduce dal fragoroso 5-0 contro il Città di Fasano, mentre i bruniani sono caduti in terra lucana, contro il Francavilla.

Tra le due squadre, però, c’è però un altro trascorso: nella partita di andata, infatti, la squadra allora allenata da Stefano Liquidato è stata travolta allo Sporting Club per mano proprio dei granata alla guida dei quali c’era Pasquale Borrelli. Il Nola arriva, quindi, con il dente avvelenato, anche perchè quella fu la prima sconfitta stagionale e la causa di una caduta dalla punto di vista psicologico che ha aperto a una serie negativa dalla quale sono a distanza di un mese circa si è ripreso.

Dal punto di vista della classifica, il Nola sicuramente è in un posizionamento migliore, 12esimo posto e 21 posti in classifica, a quattro dal Nardò. Una posizione comunque non sicura, anche perchè la zona play-out dista appena una lunghezza. Decisamente più complicata quella dei granata che giacciono all’ultimo posto con 8 punti in classifica. Un ruolino di marcia che sembra ricalcare quello della passata stagione dello Sporting Fulgor Molfetta, che concluse poi con 14 punti totali.

L’obiettivo è la vittoria per entrambe le formazioni, ma mentre per quel che riguarda il Nola, già si può presupporre il modulo e lo schema tattico, ancora tutto da scoprire per il Granata, alla cui guida è arrivato il terzo allenatore della stagione, nel quarto cambio tecnico in pochi mesi. Si tratta di Maurizio Morra, giovane istruttore UEFA B originario di San Giorgio a Cremano e che ha iniziato la sua carriera proprio a San Giorgio. Nella passata stagione ha raccolto esperienza in Cina, alla guida di un club di Serie B.

Cristina Mariano