Decò Caserta. Vittoria nel derby, superato l’ostacolo Salerno

La Decò Caserta supera l’ostacolo Salerno per 74-72, si conferma capolista del girone D e porta a quattro punti il suo vantaggio sulle immediate inseguitrici. √à stata una vittoria sofferta , quella dei bianconeri, ma ampiamente meritata sia perch√© i padroni di casa hanno praticamente sempre condotto nel punteggio raggiungendo un vantaggio massimo di 23 punti, sia perch√© la settimana che aveva preceduto lo scontro al vertice era stata quanto mai tribolata con Dip ed Hassan che hanno saltato l’intera sessione di allenamento. Il centro italo-argentino è rientrato in squadra solo sabato mattina, mentre Hassan non ha praticamente messo più piede in campo dopo la partita di Palermo ed è stato fortemente in dubbio fino alle battute iniziali della gara. A questo si è aggiunto Petrucci che ha subito un lieve infortunio alla caviglia nell’allenamento di gioved√¨ e si è presentato febbricitante al Paladecò prima della gara. Nonostante ciò, la Decò ha condotto con autorità per tre quarti di gara, risentendo, poi, della stanchezza nella parte finale e consentendo agli ospiti di rientrare in partita ed impattare il punteggio prima del tap-in risolutivo di Ciribeni a due secondi dalla sirena finale.

Nel primo quarto dopo un avvio sul piano dell’equilibrio (6-4, 8-7,10-10) è stata la Decò Caserta a prendere decisamente l’iniziativa grazie soprattutto ad una eccellente difesa che ha vanificato gli attacchi di Salerno. In attacco i bianconeri sono stati bravi a sfruttare i miss-match sotto canestro e, grazie anche al ritrovato tiro dalla distanza, hanno messo a segno un break di 10-0 che ha consentito loro di far registrare al primo intervallo un vantaggio in doppia cifra (20.-10).

Nel secondo periodo nei primi due minuti il punteggio è stato mosso solo dalla linea del tiro libero, poi è stata Salerno a sfruttare la momentanea difficoltà della Decò in attacco per dimezzare lo svantaggio (23-19) prima che Petrucci e Rinaldi ritrovassero con continuità il canestro avversario e contribuissero ad ampliare nuovamente il gap tra le due squadre; gap che ga raggiunto il divario massimo di 14 punti ((38-24, 40-26) prima che sulla sirena Diomede lo riducesse a 12 (40-28).

Nel terzo periodo sei punti consecutivi di Bottioni hanno ridato alla Decò i 14 punti di vantaggio, che sono stati poi incrementati dai canestri di Rinaldi, Petrucci e dello stesso Bottioni. √à stato Petrucci dalla lunetta dopo canestro realizzato a segnare sul tabellone il massimo vantaggio di 21 punti sul 54-33. I bianconeri hanno rallentato il loro gioco e consentito cos√¨ a Salerno di ridurre lo svantaggio fino al -13 con cui si è chiuso il terzo periodo (58-45).

Nell’ultimo mini-tempo è stata brava l’Arechi a sfruttare la stanchezza dei padroni di casa per riavvicinarsi agli avversari. Caserta con Hassan ha mantenuto un vantaggio costante di 9-11 oprima che Paci e, poi, Sanna con un tiro dalla distanza ed un canestro più fallo portasse la sua squadra a -1 sul 67-66. Due liberi di Petrucci hanno fruttato il 69-66. √à di Villa il pareggio sul 69-69, rotto da una tripla di Petrucci a 1063 dalla fine. Dopo il timeout salernitano è Diomede a 641 a pareggiare dalla distanza, poi la sospensione del gioco chiesto da Oldoini ed il tap-in vincente di Ciribeni sul tiro di Rinaldi.

Decò Caserta ‚Äì Arechi Salerno 74-72
(20-10, 0-28, 8-45)
Decò: Galipò, Dip 2, Petrucci 22, Ciribeni 7, Bottioni 16, Valentini 3, Rinaldi 12, Hassan 12, Sergio; Aldi ne, Barnaba ne, Piazza ne. All. Oldoini
Arechi Salerno: Tortù 7, Villa 6, Czumbel 2, Antonaci 2, Paci 12; Duranti 2, Maggio 9, Diomede 19, Sanna 13; Romano ne, Festinese ne, Corvo. All.Menduto
Arbitri: D’Orazio e Giusto
Decò Caserta: tiri da 2 23/44 (52%), da 3 6/26 (23%), liberi 10/14 (71%), rimbalzi 34 di cui 12 offensivi
Arechi Salerno: tiri da 2 18/38 (47%), da 3 9/22 (41%), liberi 9/14 (64%), rimbalzi 34 di cui 9 offensivi

Condividi