Crotone-Juve Stabia 2-0. Le vespe crollano nell’extra time, secondo ko di fila per i gialloblù

Dopo la sontuosa sconfitta casalinga rimediata per mano dell’Ascoli, arriva un’altra amarezza per la Juve Stabia di mister Fabio Caserta. Le vespe escono da questo turno infrasettimanale valevole per la 5 ^ giornata di Serie B con un’altra sconfitta sul groppone. A rifilare la seconda batosta di fila alla compagine gialloblù è il Crotone di Giovanni Stroppa. Dopo aver retto ben novanta minuti, la Juve Stabia crolla nell’extra time, cedendo il passo al club calabrese che prima trova la rete del vantaggio con Mustacchio e poi archivia la pratica con Benali, favorito da una colossale papera di Branduani. Compleanno amaro, dunque, per mister Fabio Caserta.

AVVIO VEEMENTE DEL CROTONE, UN SUPER RUSSO TIENE A GALLA LA JUVE STABIA

√à subito la squadra di mister Giovanni Stroppa a regalare la prima emozione del match. A mettere i brividi alle vespe dopo appena cinque minuti di gioco è Barberis con un delizioso destro al volo che termina di poco al lato. Dopo una accurata fase di studio, al 23′ è nuovamente la squadra padrona di casa a tuonare. I rossoblù si portano ad un passo dal vantaggio con Massias che buca la retroguardia gialloblù e calcia, ma un attento Russo respinge prontamente. Sulla ribattuta dell’ex Casertana si avventa Maxi Lopez che però non trova lo specchio della porta. Alla mezz’ora è ancora il Crotone ad insidiare le vespe con un’altra conclusione violenta firmata da Barberis che chiama agli straordinari Russo. Pochi minuti dopo è ancora il calciatore dei rossoblù Barberis a portare i suoi vicini al gol con un sinistro insidioso prontamente neutralizzato da Russo. Ma nonostante gli innumerevoli affondi dei rossoblù, le vespe reggono l’urto andando a riposo sullo 0-0 grazie anche ad un super Russo.

IL CROTONE SCARDINA IL MURO GIALLOBL√ô SOLO NELL’EXTRA TIME

La ripresa allo stadio Ezio Scida inizia cos√¨ come conclusasi la prima frazione, ossia, a tinte rossoblù. I padroni di casa invadono con grande intensità la metà campo delle vespe, ma la rete non arriva sopratutto grazie ad un Russo in iper attento. Al 63′ sono proprio i ragazzi di Stroppa a dare via alla prima chance della ripresa con una velenoso destro di Crociata che si stampa sul palo a Russo battuto. Proprio l’estremo difensore dei gialloblù successivamente è costretto ad abbandonare il terreno di gioco a causa di repentini problemi ai polpacci. Al 71′ è ancora la compagine di casa ad andare a caccia del gol con Barberis, ma la conclusione del numero 18 termina alta. Non cennano le offensive dei rossoblù. La squadra di Stroppa si porta ad un non nulla dal vantaggio con un’incornata di testa di Messias, vanificata però da un super intervento di Branduani. Lo stesso estremo difensore dei gialloblù, qualche istante dopo, si rende protagonista con una parta sublime su un bolide dal limite di Crociata. All’80’ è ancora Messias a provarci con un sinistro dalla distanza, ma un super Branduani sventa il pericolo. Cinque minuti dopo è nuovamente il Crotone a creare una chance da gol con Mazzotta, che dopo il fraseggio d’alta scuola con Crociata, crossa dentro per Benali, ma l’ex Pescara a due passi manca il gol. Rete che arriva nell’extra time grazie al tap-in vincente di Mustacchio arrivato sugli sviluppi di un corner. Le emozioni non finiscono mai all’Ezio Scida, al 94′ infatti la squadra di Stroppa trova la rete del raddoppio con un cinico che Benali. Il numero 10 scarta il regalo confezionato da Branduani, che respinge male il cross teso dalla sinistra di Mazzotta, e sigla il 2-0.

IL TABELLINO DEL MATCH

CROTONE-JUVE STABIA 2-0 ( 0-0 pt)

CROTONE (3-4-1-2): Cordaz; Golemic, Marrone, Gigliotti; Mustacchio, Benali, Barberis, Zanellato (58′ Crociata), Molina(79′ Mazzotta); Messias, Maxi Lopez (68′ Simy).

A disposizione: Figliuzzi, Festa, Nalini, Vido, Bellodi, Crociata, Itrak, Gomelt, Mazzotta, Simy, Evans, Rutten, Panza. Allenatore: Giovanni Stroppa.

JUVE STABIA (4-4-2): Russo (64′ Branduani); Vitiello, Troest, Mezavilla, Germoni; Addae, Carlini (77′ Elia), Izco; Melara, Rossi (65′ Cissè), Forte.

A disposizione: Branduani, Ricci, Boateng, Calò, Allievi, Vicente, Di Gennaro, Bifulco, Cissè, Del Sole, Canotto, Elia. Allenatore: Fabio Caserta.

Direttore di gara: Niccolò Baroni di Firenze

Assistenti: Gianluca Sechi di Sassari — Domenico Palermo di Bari

Quarto uomo: Daniele De Santis di Lecce

Ammoniti: Rossi (24′), Marrone (57′), Gigliotti (87′), Elia (89′), Mustacchio (92′)

Espulsioni:

Marcatori: Mustacchio (91′), Benali (94′)

Recupero: 0′ (pt), 9′ (st)

 

Nunzio Marrazzo

Condividi