Città di Gragnano-Sorrento. Un derby per ricominciare: squadre in cerca di conferme

Domenica pomeriggio si tornerà in campo per il primo derby del 2019. Il ASD Città di Gragnano scenderà in campo allo stadio San Michele ospitando il Sorrento 1945 per cercare di vendicare lo 0-1 della prima di campionato. Due squadre che si affrontano per un obiettivo comune: la salvezza.

Dal girone di andata tante le differenze nelle rose. Da un lato i costieri che hanno perso uomini importanti come Libertato Russo, Stefano Costantino, Sonny Qehajaj, Francesco Di Prisco, Francesco Di Ruocco e altri, Tra le file del Gragnano proprio l’ex bomber classe ’99 che con la casacca rossonera ha deciso il match di Coppa Italia contro il Taranto.
Dall’altra parte un Gragnano con qualche cambio in rosa, che ha ritoccato e infoltito alcuni reparti. Oltre a Qehajaj in casa gialloblù sono arrivati Ambrogio Sorriso, il portiere Russo e il difensore Padovano. Presto dovrebbe rivedersi anche Angelo Lopetrone, centrocampista fermato ai box per un infortunio.

Non cambieranno le ambizioni, ma sicuramente ci sarà maggior cattiveria agonistica, anche in virtù della posta in palio che si alza. Entrambe le squadre arrivano da un buon mese dal punto di vista dei risultati, ma niente è ancora fatto. La salvezza dista ancora un girone intero e le due squadre dovranno sgomitare per restare in Serie D. Attualmente le due squadre sono a pari punti e una vittoria di una o dell’altra proietterebbe una delle due verso la zona tranquilla della classifica. All’andata decise Stefano Costantino con un eurogol dalla distanza all’esordio con la maglia del Sorrento. Via il centrocampista, tornato al Savoia, l’uomo pericoloso è sicuramente Simone Figliolia, arrivato in casa rossonera dopo la prima parte di stagione in casa Granata 1924.

Dal canto suo il Gragnano ha ritrovato Achaval, calciatore argentino arrivato in estate ma che è riuscito a trovare la continuità con l’addio di Raffaele Poziello. Determinante la sua marcature nella sfida contro il Granata 1924, valevole per temporaneo 3-1. Gragnano, inoltre, che arriva con un netto del tutto positivo: la squadra di Rosario Campana non ha mai perso nelle ultime uscite di campionato.

Voglia di conferme quindi per entrambe le formazione, con un pizzico di voglia di riscatto e vendetta per i gialloblù di Gragnano ancora con il dente avvelenato per una sconfitta dal sapor di beffa.

Cristina Mariano

Condividi