Catanzaro-Juve Stabia 1-1. Al Ceravolo finisce in parità, all’ex Bombagi risponde Della Pietra

La Juve Stabia torna dalla trasferta dello stadio Nicola Ceravolo di Catanzaro con un pareggio. Settimo pareggio stagionale per le vespe, che averebbero meritato qualcosa in più. Il match si sblocca solo negli ultimi minuti di gioco, con le aquile che passano in vantaggio con l’ex Bombagi, ma i gialloblù rispondono con Della Pietra.

EMOZIONI ZERO – Parte subito bene la Juve Stabia, che prova ad assediare la metà campo giallorossa sfruttanto i movimenti fra le linee di Stoppa. Un match sostanzialmente in equilibrio, dopo un quarto d’ora le reti sono ancora inviolate. L’ex Evacuo prova a pungere, ma prima la conclusione è alta e poi viene anticipato da Martinelli. I pardoni di casa non riescono a trovare i varchi giusti nel sistema difensivo gialloblù, che ben regge l’impatto contro l’attacco formato da Bombagi-Carlini-Vazquez. Il Catanzaro va avanti a sprazzi, accendendosi a corrente alternata, diverso il gioco degli stabiesi che provano a sfondare attaverso il palleggio. Una gara, però, avara di emozioni e quindi di occasioni da rete. Il primo tempo termina con le reti ancora inviolate, anche se la Juve Stabia nel finale sfiora il vantaggio: Cross dalla sinistra, dormita generale della difesa e destro al volo ad incrociare di Panico, con la palla che esce fuori di un soffio.

SOLO UN PAREGGIO – Nella ripresa partono bene i padroni di casa, che si riversano nella metà campo stabiese, a sono proprio i calciatori della Juve Stabia a sfiorare il vantaggio. Scaccabarozzi serve Panico, che anticipa Branduani in uscita, ma la palla finisce di poco altro sulla traversa. Il match si accende, i campani attaccano, mentre il Catanzaro risponde come può. Cambia Calabro, mandando nella mischia Cianci e Cinelli per Verna e Welbeck. Contromisure anche per Sottili, che toglie Stoppa e l’ex Evacuo, mandando in campo Bentivegna e Eusepi. Ancora le vespe vicino alla rete, sempre con Panico che di testa manda di poco fuori. La prima vera occasione dei pardoni di casa capita ad un altro ex di turno, Carlini, che da sotto porta spreca una palla d’oro per il vantaggio. Ad un quarto d’ora dalla fine Rizzo tocca la palla con la mano, in area di rigore gialloblù, che non viene vista dalla terna arbitrale, scatenando le proteste dei locali. Nel finale l’ex Bombagi è nel posto giusto al momento giusto per il Catanzaro e realizza il vantaggio per le aquile. Risponde subito la Juve Stabia e con Della Pietra, entrato da pochi secondi, arriva il pareggio.

Catanzaro – Juve Stabia 1-1

Catanzaro (3-4-2-1): Branduani; Scognamillo, Fazio (80′ Bearzotti), Martinelli; Rolando (72′ Porcino), Verna (56′ Cianci), Welbeck (56′ Cinelli), Vandeputte; Carlini, Bombagi; Vazquez (72′ Curiale). A disposizione: Nocchi, Romagnoli; Tentardini, De Santis, Monterisi, Risolo, Gatti. All. Antonio Calabro.

Juve Stabia (4-3-3): Sarri; Donati, Tonucci, Caldore, Rizzo; Scaccabarozzi (88′ Guarracino), Berardocco (88′ Della Pietra), Davì; Stoppa (63′ Bentivegna), Evacuo (63′ Eusepi), Panico (73′ Squizzato). A disposizione: Russo, Pozzer; Todisco, Lipari, Cinaglia, Altobelli. All. Stefano Sottili.

rete: 86′ Bombagi (C), 89′ Della Pietra (JS)

ammoniti: Fazio (C), Berardocco (JS), Panico (JS), Sarri (JS), Caldore (JS)