Catanzaro. Calabro: “Juve Stabia? Consapevoli della squadra che affronteremo”

Non ha avuto bisogno di stemperare gli entusiasmi nello spogliatoio il tecnico giallorosso Antonio Calabro dopo la vittoria contro il Catania: “Ho trovato un ambiente sereno, tranquillo, concentrato sulla necessità di recuperare e mentalizzato sulla trasferta di Castellammare. Prima della partita contro il Catania eravamo consapevoli delle enormi difficoltà che il gruppo sta affrontando da tanti giorni, avevamo fatto i conti con le defezioni ma abbiamo badato a risolvere i problemi senza piangerci addosso. Questa è la cosa che mi ha entusiasmato di più in questo gruppo. Non è stata la nostra vittoria più difficile, perché abbiamo fatto la partita che potevamo fare, abbiamo tirato fuori il meglio dalle possibilità oggettive offerte della partita. Voglio evidenziare come questa squadra sia capace di mettere in campo tanto cuore, anima, grinta, ma il successo non viene fuori solo da questo. Come anche nelle precedenti vittorie il carattere è stato la base, ma i ragazzi sono stati perfetti, hanno mantenuto le consegne a livello tattico e tecnico, e hanno disputato una partita superba”.

Domani uno scontro diretto contro una Juve Stabia che vola in campionato. “Le vespe hanno numeri impressionati – commenta Calabro – con sei vittorie consecutive di cui cinque in trasferta. Siamo consapevoli di andare in casa di una squadra che, considerando un periodo lungo come le ultime 10 gare, sarebbe prima in classifica, con 25 punti. Esprime con entusiasmo un gioco che li porta ad essere una squadra pericolosa soprattutto nelle ripartenza, con tre giocatori molto dinamici davanti, due esterni che accompagnano la manovra, due centrocampisti di gamba che appena riconquistano sono bravi a verticalizzare ed andare avanti, e la affronteremo sapendo che non avremo rientri di giocatori che si sono negativizzati. Ad oggi possiamo contare sulla stessa rosa di domenica contro il Catania, ma in campo andremo a mettere il massimo”.

Quanto al traguardo del terzo posto, Calabro è realistico: “Dobbiamo partire dal presupposto che il Bari farà sei punti e noi abbiamo un calendario difficile. Dobbiamo essere bravi a dare continuità di risultati alle ultime tre partite. Ma penso sia sbagliato parlare di ciò che è stato o di ciò che avrebbe potuto essere, perché stiamo realizzanddo qualcosa di davvero importante”.