Castelnuovo Vomano. La nuova “vita” di Vincenzo Dublino

Un lungo infortunio, che avrebbe potuto influire negativamente sulla stagione e sulla carriera di un giocatore, in questo caso Vincenzo Dublino. Tesserato per il Castelnuovo Vomano, Eccellenza Abruzzo, in estate dopo una stagione discreta a Piombino, dove ha siglato 8 gol in 18 presenze, il centrocampista ha rischiato di vedere la sua stagione scivolare tra panchina e box.

Infatti avendo perso posizioni nella graduatoria delle scelte di mister Federico Del Grosso, a causa di prestazione non ottimali nella posizione di trequartista. Poi l’infortunio muscolare. Un mese e mezzo di stop, in un avvio di annata che non prometteva bene. Due settimane fa il rientro.

Dublino, classe 2001, grazie ad una intuizione proprio del tecnico, ha cominciato la sua seconda carriera. Spostato dalla zona avanzata, sulla linea dei centrocampisti diventando il play della squadra. Una formazione che aveva difficoltà nell’impostazione del gioco e nel giro palla. Ora, Dublino ha trovato la sua posizione e la sua squadra il metronomo. Nuove geometrie, nuova fluidità e facilità ad andare in porta.

Caratteristiche che mancavano prima, e che stanno permettendo di risalire la classifica. Prestazioni ad alto livello, dunque, per Dublino, calciatore nativo di Acerra e con un passato nelle giovanili del Benevento. Con esperienza, inoltre, anche nel Giugliano, Pozzuoli e Siracusa.