Casertana-Juve Stabia 1-1. Le vespe pungono i Falchetti. Il derby finisce in parità.

Finisce in parità il “friendly derby” tra Juve Stabia e Casertana. Succede tutto nella ripresa. Al vantaggio iniziale dei facchetti ad opera di Bonifazi, la Juve Stabia, agguanta il pari con il subentrato Diop, abile a battere Gragnaniello con un delicato pallonetto. Nel finale i padroni di casa cercano il 2-1 ma gli ospiti gestiscono bene il risultato. In partenza, per affrontare la Casertana, che per la prima volta dall’ottava giornata non è scesa in campo come capolista del girone, Zavettieri opera una mezza rivoluzione nell’undici scelto per questa partita, schierando a sorpresa Russo tra i pali al posto di Polito, Del Sante invece di Diop a fare coppia con Nicastro in attacco, cos√¨ come Romeo e Maiorano che sono stati preferiti a Liotti e Favasuli. Esordio in maglia gialloblu anche per il neo acquisto Navratil, che con Polak compone il tandem centrale della difesa.

LA PARTITA : inizio veemente dela Juve Stabia che però non sfrutta l’immediato possesso di palla subendo al contrario il pressing della Casertana architettato da un De Marco col numero 10. Il primo acuto è di Romeo che dalla distanza impensierisce Gragnaniello sorpreso dal fallo di Maiorano che abbraccia Idda, che però non viene fischiato dall’arbitro al 6′. Botta e risposta dei rossoblù che subito con Giannone provano a colpire al cuore la Juve Stabia, ma il neo acquisto rossoblù prima si fa chiudere dalla difesa e poi trova solo le braccia di Russo. Occasionissima per la Juve Stabia al 12′, con Del Sante e Lisi che provano a spingere la palla in rete da sottomisura, ma prima Gragnaniello e poi Mangiacasale negano la gioia del gol agli ospiti. La Juve Stabia prende coraggio ed al 12′ ci riprova con Lisi che prima si beve Agyei e poi la passa rasoterra per Nicastro che di prima intenzione, di sinistro, la spara alto. La Juve Stabia prosegue il tiro a segno verso la porta di Romaniello stavolta con De Sante che da lontano tenta il sinistro ma la sfera è alta. La Casertana continua il suo pressing inoffensivo e sugli sviluppi di un calcio di punizione Tito impensierisce per ben 2 volte Russo. La Casertana ne esce galvanizzata e mette la quinta, sfiorando per ben 2 volte la rete con Russo che non riesce a girarsi su se stesso come sperava e prima la mette fuori e poi la regala a Russo. √à sempre Tito poi al 28′ a cercare il gol con uno stop e tiro, dopo una angolo respinto male da Russo, ma la palla termina tra le braccia del portiere. La Juve Stabia gioca e amministra e quando può riparte rendendosi pericolosa con Lisi, Nicastro e De Sante. Nulla da segnalare negli ultimi minuti del primo tempo, dove è da registrare solo un tiro a giro di Giannone respinto faticosamente da Russo.

La Casertana parte con un altro spirito all’inizio del secondo tempo affidandosi alle magie di Agyei, a cui si aggiungono le giocate di De Angelis e Giannone, con quest’ultimo molto attivo ed agile, ma che non trova mai lo specchio della porta. La Casertana insiste in modo forsennato ed alla fine il vantaggio arriva all’8′ grazie ad un angolo, sfruttato perfettamente da Kevin Bonifazi, difensore classe 96′, abile a girare in porta il traversone dalla sinistra. Zavettieri prova a scuotere i suoi e inserisce la punta Diop. L’ingresso del giovane attaccante senegalese nelle file gialloblu accende più gli animi con l’ex Lecce che si rende pericoloso in un paio di occasioni come quella che porta all’angolo del 23′, con Romeo che di testa si mangia un gol. Solo un giro di orologio e Diop, riceve una palla alta, si beve Idda e Potenza e deposita la sfera in rete al 69′. Lo stadio è ammutolito e Giannone prova a prendersi la squadra sulle spalle, supportato dal neoentrato Alfageme. La Casertana non ci sta e prova a reagire. Al 76′ Romaniello prova a giocarsi il tutto per tutto e getta nella mischia anche Jefferson. I falchetti, però peccano di imprecisione in difesa e al 78′ Del Sante trova un varco sulla sinistra, crossa per Diop che non riesce a tenere la palla bassa e a 2 metri spara alle stelle. La Casertana insiste con Giannone che prova a far partire tutte le palle dalla sua zona di gioco. Solo un minuto e ci riprova sempre Giannone, ma Russo respinge su Mancosu, che però mette fuori. I Falchetti tentano l’assalto finale, ma la stanchezza si fa sentire, stavolta ci prova Mancosu dalla distanza che però non inquadra la porta. Al 87′ giocata dei rossoblù, con Mancosu che disegna un pallonetto per Mangiacasale, il quale apre per Jefferson ma il brasiliano spara alto. La Juve Stabia tiene bene il campo negli ultimi minuti di gioco, fermando le giocate della Casertana.
Un punto che consente alla Juve Stabia di evitare il quintultimo posto solitario, mantenendosi a pari punti con Catania e Monopoli. La Casertana invece raggiunge il Foggia al comando, ma i pugliesi saranno impegnati domani sera contro il Matera. Inoltre il Benevento, qualora oggi battesse il Melfi, potrebbe scavalcare sia i Falchetti che i Satanelli. Settimana prossima la Casertana ospiterà il Cosenza in quello che sarà uno dei big match di giornata, insieme a Lecce-Foggia. La Juve Stabia invece andrà a caccia del ritorno ai tre punti contro il Martina Franca.

IL TABELLINO DEL MATCH
CASERTANA-JUVE STABIA 1-1 (0-0 pt)

CASERTANA (3-5-2) Gragnaniello; Potenza, Idda, Bonifazi; Mangiacasale, De Marco (28′ st Alfageme), Agyei, Mancosu, Tito; De Angelis (31′ st Jefferson (45′ st Varsi)), Giannone. All.: Romaniello. A disp.: Signoriello, Rainone, Murolo, Finizio, Som, Matute, Pezzella, Guglielmo, De Filippo.

JUVE STABIA (4-4-2) Russo; Romeo, Polak, Navratil, Contessa; Cancellotti, Obodo, Maiorano (30′ st Favasuli), Lisi (12′ st Diop); Nicastro (38′ st Liotti), Del Sante. All.: Zavettieri. A disp.: Polito, Rosania, Izzillo, Carrotta, Grifoni, Gatto, Gomez, Mascolo.

ARBITRO: Giuseppe Strippoli di Bari

ASSISTENTI: Davide Argentieri di Viterbo e Andrea Dessena di Ozieri

AMMONITI: Mangiacasale, Agyei (C); Navratil, Cancellotti, Obodo, Del Sante (JS)

MARCATORI: 8′ st Bonifazi (C); 25′ st Diop (JS)

 

Armando Mandara