Casaluce C5. Addio Coppa Campania, avanza il Real Atellana, Verazzo: “C’è rammarico”

CASALUCE ‚Äì Ci hanno provato, hanno dato il massimo i ragazzi del G.S. Casaluce allenati da Mister Gennaro Verazzo, ma ribaltare lo 0 a 6 dell’andata non era certamente impresa facile visto che si giocava fuori casa e che il Real Atellana Due Sicilie non aveva certo regali da dispensare, anzi, quando ha potuto, non ha fatto sconti a nessuno, riuscendo ad andare a segno per ben quattro volte. Sette, invece, le realizzazioni del Casaluce che va a segno con una tripletta di Antonio Caputo e due doppiette che portano la firma di Giovanni Martiniello e di Tobia Mormile. Insomma, galeotto è stato lo 0 a 6 dell’andata, ma parlare col senno del poi non aiuta certo a cambiare il verdetto: a passare il turno sono stati i ragazzi di Mister Reccia, mentre ai casalucesi non rimane altro che rammaricarsi per non essere riusciti a fare risultato nella gara di andata, altrimenti vi erano tutte le premesse per sperare di potersi aggiudicare il passaggio al turno visto l’ottima e convincente prestazione di tutta la squadra. Insomma, tutta un’altra storia, tutta un’altra musica quella suonata in campo dai verde, giallo e blu diretti da Verazzo, che commenta cos√¨ l’esito finale:

√à stata una settimana dura e faticosa far capire ai ragazzi o meglio, convincerli che la sconfitta dell’andata si è trattato solo di un incidente di percorso. √à stato detto di tutto e di più sul GS Casaluce C5 e sul sottoscritto ma io, unitamente al mio staff e ai miei giocatori, abbiamo continuato a lavorare in silenzio, ed il tempo, come si suol dire, è stato galantuomo, nonostante le assenze importanti di Parolisi fermo per un turno per squalifica e di Pellino infortunato. Determinante, invece, è stato il rientro di Alfonso Cioffi, quest’ultimo senza preparazione, arrivato all’ultimo momento e schiarato in campo, assieme ad un’altra new entry, Angelo Bevilacqua, aggregatosi al gruppo appena una settimana fa. Abbiamo disputato una buona gara, contro un ottimo avversario, c’è però tanto rammarico per lo 0-6 dell’andata, ma il rammarico più grande è stato quello di oggi pomeriggio. Nel primo tempo abbiamo sciupato 4/5 occasioni limpide mentre nel secondo tempo siamo stati più cinici e più convinti delle nostre potenzialità, anche se abbiamo sbagliato un tiro libero. E poi, le solite amnesie difensive, i soliti errori di distrazione e deconcentrazione, che per carità, ci possono pure stare ad inizio di stagione ma vanno assolutamente corretti. Non da meno, vi è anche quello di recuperare chi è ancora indietro con la condizione e la preparazione per continuare cos√¨ il nostro cammino e migliorarci sempre di più. Infine, torno a ribadire che questa è una squadra nuova ed ha bisogno di tempo per amalgamarsi, ma siamo sulla buona strada. Ora, non resta che dedicarci e concentrarci esclusivamente al campionato per non farci trovare impreparati al nostro primo appuntamento.

Condividi