Bologna-Salernitana 1-1. Dia risponde ad Arnautovic, i granata strappano un punto al Dall’Ara

La Salernitana strappa un punto dalla trasferta di Bologna. Si è chiuso con il punteggio di 1-1 il match disputato al Renato Dall’Ara tra i rossoblù di Sinisa Mihajlović e i granata di mister Davide Nicola. Dopo un primo tempo a reti bianche, ma ricco di emozioni, il Bologna sblocca la gara dal dischetto grazie ad Arnautovic. Rete che la Salernitana vanifica nel finale aggiuntando il pari con Dia. Per i granata si tratta del terzo risultato utile consecutivo, dopo il pari a Udine e la vittoria casalinga contro la Sampdoria. Archiviata la pratica Bologna, adesso la formazione di Nicola è attesa all’Arechi per un’altra avvincente sfida. La Salernitana sarà chiamata in causa lunedì alle ore 18:30 contro l’Empoli (5^ giornata di Serie A).

SALERNITANA AGGUERRITA, SEPE MIRACOLOSO A POCHI MINUTI  DALL’INTERVALLO

Il match entra subito nel vivo. Bologna e Salernitana partono con un piglio di gara molto aggressivo, dandosi battaglia a viso aperto e senza esclusione di colpi. Tuttavia, col passare dei minuti, è la Salernitana a prendere in mano le redini della gara, mostrando personalità e idee chiare in ambo le fasi. A regalare la prima emozione della sfida è proprio la compagine granata di Davide Nicola: Coulibaly pennella per Dia che di testa impegna Skorupski. Dopo la bordata dell’ex Villarreal, a cercare la via del gol è Bonazzoli con una botta dalla distanza che mette i brividi all’estremo difensore rossoblù. Il primo accenno di reazione del Bologna arriva solo al minuto 24. Dopo la clamorosa chance da gol sciupata a pochi passi dalla porta da Dia, i rossoblù rispondono a tono con una conclusione ravvicinata di Sansone, nata su errore di Fazio. Nonostante il netto predominio sul piano del gioco e delle occasioni da gol della Salernitana, la formazione padrona di casa cerca di restare in gara. Nel momento clou della prima frazione, gli emiliani si rendono pericolosi con un diagonale di Sansone che si spegne alla sinistra di Sepe. È proprio il portiere granata a salvare i suoi nei minuti conclusivi con una parata sontuosa ancora su Sansone, poco cinico nello sfruttare il retro passaggio suicida di Dia. Intervento che manda le due formazioni a riposo sullo 0-0.

ARNAUTOVIC DAL DISCHETTO NON BASTA AL BOLOGNA. DIA REGALA UN PUNTO D’ORO ALLA SALERNITANA

L’approccio alla gara è diverso nella ripresa da parte del Bologna. I rossoblù impiegano appena un minuto per sfiorare la rete del vantaggio con la testa del subentrato De Silvestri, innescato da un cross di Lykogiannis. Poco dopo, arriva un altro segnale d’allarme per la Salernitana, rientrata sul terreno di gioco con un atteggiamento troppo blando. Gli emiliani si portano nuovamente ad un passo dal vantaggio con uno stacco di testa ravvicinato di Soriano. L’ottima mole di gioco sfoggiata ripaga e come la formazione rossoblù che al 52’ sblocca la gara su calcio di rigore. A scaturire il penalty è Gyomber dopo un fallo in area su Sansone. Dagli undici metri va Arnautovic che spiazza Sepe senza problemi. La rete dell’1-0 funge da sveglia per la Salernitana che inizia a carburare, andando all’assalto costante della metà campo del Bologna. Nel finale mister Nicola imposta i suoi a trazione anteriore, concedendo più di qualche ripartenza alla squadra di casa. Dopo  i diversi tentativi, la Salernitana al fotofinish agguanta il tanto agognato pari grazie al gol di Dia, bravo a ribadire in rete una respinta di Skorupski. Gol che permette alla Salernitana di lasciare la trasferta emiliana con un importante punto.

TABELLINO

BOLOGNA-SALERNITANA 1-1 ( 0-0 pt)

BOLOGNA (3-4-2-1) – Skorupski; Soumaoro, Medel, Lacumi; Kasius (46’ De Silvestri), Dominguez (81’ Aebischer), Schouten; Cambiaso (46’ Lykogiannis); Sansone (74’ Orsolini), Vignato (46’ Soriano); Arnautovic.

A disposizione: Bardi, Bagnolini, Sosa, Bonifazi, De Silvestri, Lykogiannis, Mbaye, Moro, Ferguson, Soriano, Aebischer, Orsolini, Zirkzee, Barrow. Allenatore: Sinisa Mihajlović

SALERNITANA (3-5-2) – Sepe; Bronn (76’ Valencia), Gyomber, Fazio; Mazzocchi, Coulibaly, Maggiore, Vilhena, Bradaric (53’ Candreva); Dia, Bonazzoli (63’ Botheim).

A disposizione: Micai, Fiorillo, Sambia, Botheim, Valencia, Kristoffersen, Kastanos, Capezzi, Motoc, Iervolino, Candreva, Pirola. Allenatore: Davide Nicola.

DIRETTORE DI GARA: Davide Ghersini di Genova

ASSISTENTI: Edoardo Raspollini (sez. Livorno) – Fabio Schirru (sez. Nichelino)

QUARTO UOMO: Davide Massa (sez. Imperia)

VAR: Aleandro Di Paolo (sez. Avezzano) — Antonio Di Martino (sez. Teramo)

ESPULSIONI:

AMMONITI: Gyomber (50’), Medel (64’), De Silvestri (65’), Vilhena (82’)

MARCATORI: Arnautovic (52’), Dia (88’)

RECUPERO: 0’ (pt), 4’ (st)