Benevento-Juve Stabia. Pochi dubbi per Inzaghi, Caserta fa la conta: le probabili formazioni

È tempo di derby. Al Benevento di mister Filippo Inzaghi basta un punto per centrare l’aritmetica promozione in Serie A. Un punto che la strega, reduce da una vittoria in Lombardia con Cremonese e di un pari a reti bianche in Toscana con l’Empoli, proverà a portare a casa domani sera contro la Juve Stabia di Fabio Caserta, in quello che sarà un vero e proprio derby infuocato (31^ giornata di Serie A). Le intenzioni del club sannita, capolista indiscussa di questo campionato cadetto, sono di fare propria la matematica promozione in A per dare il via alla grande festa e mettere a segno a segno un nuovo record. Il Benevento, infatti, è pronto a portare il punto necessario per l’aritmetico ritorno in massima serie per chiudere il campionato con 7 giornate d’anticipo, così come l’Ascoli nella stagione 1977-78. Ma la Juve Stabia di Caserta proverà a rinviare in tutti i modi. I gialloblù arriveranno al Ciro Vigorito con un’insaziabile fame di punti e una grande voglia di riscatto. Le vespe, dopo le due sconfitte consecutive in Abruzzo con il Pescara e in casa con il Livorno (ultimo in classifica), hanno un necessario bisogno di tornare a vincere per riprendere la marcia verso la salvezza e allontanarsi dalla zona rossa, distante solo 3 punti.

LE DICHIARAZIONI DI CASERTA

Il tecnico dei gialloblù nella giornata di ieri ha parlato in conferenza stampa rilasciato queste dichiarazioni: “È stato difficile ripartire dopo la sconfitta con il Livorno. Viviamo un periodo in cui alla prima disattenzione veniamo subito puniti. La situazione è molto delicata. Ripartire dopo mesi con due sconfitte è dura. Ma adesso e unitile piangersi addosso. Pensiamo al Benevento per dimenticare la brutta sconfitta con il Livorno. Dovremo ritrovare il giusto spirito perché non ho mai visto una squadra venire fuori dalle difficoltà senza usare la cattiveria. Bisogna lavorare in silenzio, prendendo anche le critiche che in questo momento stanno arrivando. Dobbiamo stare lontani da social, giornali e dalle parole che vengono dette per concentrarsi solo sul campo. C’è da pedalare”.

COME ARRIVA IL BENEVENTO — Per il derby con la Juve Stabia, Filippo Inzaghi non potrà contare su Luca Antei, Dejan Vokic e Nicolas Viola, ancora alle prese con i rispettivi infortuni. Torna a disposizione, invece, Massimo Volta che rientra dal turno di squalifica fatto scattare in occasione del match con la Cremonese. Pochi dubbi per il tecnico piacentino. Inzaghi imposterà i suoi con l’ormai noto 4-3-2-1. A difesa dei pali sarà presente Montipò. Mentre a formare la retroguardia saranno capitan Maggio, Volta, Caldirola e Barba. A centrocampo dovrebbe partire ancora una volta il trittico composto da Tello, Schiattarella ed Hetemaj. Sulla trequarti Sau e Insigne, alle spalle di Moncini.

COME ARRIVA LA JUVE STABIA — Saranno quattro gli indisponibili per la gara di domani. Mister Fabio Caserta non potrà fare affidamento sull’infortunato Emanuele Polverino, ancora out a causa di un problema alla caviglia sinistra, e degli squalificati Luca Germoni (2 giornate), Giacomo Ricci (1 giornata) e Karamoko Cissé (1 giornata). Quindi, scelte obbligate per Caserta, sopratutto per quanto riguarda la difesa. Il tecnico dei gialloblù dovrà fare ancora una volta in questa stagione di necessità virtù. Le vespe dovrebbero scendere in campo con il consueto 4-2-3-1. Tra i pali l’inamovibile Provedel. Davanti a comporre la linea dei quattro di difesa potrebbero essere  Vitiello, Troest, Tonucci con Fazio adattato a terzino sinistro, visto l’assenza sia di Ricci che di Germoni. A centrocampo dovrebbe lo stesso duo sceso in campo contro il Livorno, ovvero, quello composto da Caló e Addae. Sugli esterni Canotto, che torna titolare, e Bifulco. Mentre ad agire sulla trequarti dovrebbe andare a posizionarsi Mallamo con Forte unica punta.

PROBABILI FORMAZIONI

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò, Maggio, Volta, Caldirola, Barba, Tello, Schiattarella, Hetemaj, Sau, Insigne, Moncini.

A disposizione: Manfredini, Gori, Tuia, Letizia, Rillo, Gyamfi, Pastina, Del Pinto, Basit, Kragl, Improta, Coda, Di Serio. Allenatore: Filippo Inzaghi.

JUVE STABIA (4-2-3-1): Provedel, Vitiello, Troest, Tonucci, Fazio, Caló, Addae, Canotto, Mallamo, Bifulco, Forte.

A disposizione: Russo, Allievi, Buchel, Calvano, Di Gennaro, Izco, Di Mariano, Mastalli, Mezavilla, Elia, Melara, Rossi. Allenatore: Fabio Caserta.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi