Barrese. Il diesse Polverino tra progetto e campionato: “Vogliamo ben figurare, Oratorio? Venderemo cara la pelle”

Nella giornata di domenica la Barrese scenderà in campo contro l’Oratorio Don Guanella. Il team di patron Finizio è alla prima esperienza nel campionato di Promozione, essendo proprio una neopromossa. Aggregato nel girone C, con squadre di un certo blasone, l’obiettivo dei rossoblù è quello di non presentarsi come una Cenerentola, ma piuttosto far buona figura e tenersi ben stretta la categoria.

Il diesse Mario Polverino si è soffermato ai nostri microfoni per presentare il match, ma anche per parlare del progetto Barrese.

Domenica inizierà finalmente il campionato, siete una neopromossa, ma dal mercato condotto da voi e dal presidente Gennaro Finizio sono arrivati calciatori di spessore. Quali obiettivi vi ponete per questa stagione?

Finalmente si inizia. Grazie agli sforzi fatti dal presidente Finizio, dal mercato sono arrivati giocatori di spessore per la categoria, ma senza dimenticarci che comunque restiamo una neopromossa. Per noi è un campionato nuovo quindi dovremmo essere bravi e veloci ad ambientarci. Per gli obbiettivi noi possiamo porci obbiettivi lunghi, il nostro è quello di ben figurare in questa categoria e di pensare partita dopo partita”.

Esordirete in casa contro l’Oratorio Don Guanella, squadra ben consolidata in questa categoria, come penserete di fermarli? Che partita ti aspetti?

“Certo iniziare la prima di campionato tra le mure amiche è sicuramente favorevole, contro abbiamo sicuramente un avversario ostico che milita già da anni in questa categoria che ha nell’organico ottimi giocatori. Noi come in ogni partita cercheremo di vendere cara la pelle”.

Cosa pensi del girone C dove la lega vi ha inseriti? Ci sono tanti club importanti per la categoria come Boys Caivanese, Lacco Ameno, Casalnuovo ecc.

“Il girone C è sicuramente secondo il mio avviso quello più difficile dove all’interno ci sono squadre molto forti che militano nella Promozione da anni, forse l’unica consolazione è che le trasferte non sono molto lontane a parte le due isolane. Noi come detto cercheremo di ben figurare ogni partita”.

Mister Perna e il gruppo si sono allenati in questi giorni come vedi il lavoro svolto in campo dalla squadra? Cosa pensi dell’ attuale mister? 

Lo staff di mister Perna fino ad ora è stato veramente impeccabile, naturalmente all’inizio i ragazzi avranno le gambe pesanti dovuto ai carichi di lavoro svolti in questa preparazione. Il mister è alla sua prima esperienza da allenatore, ma di certo non è nuovo nel mondo del calcio, avendo degli ottimi trascorsi come calciatori nei professionisti è molto preparato avendo conseguito anche il patentino Uefa B”.

Dopo l’ultimo arrivo, Gerardo Di Biase, ex Nola, come vedi la squadra? Manca ancora qualcosa o per voi il mercato si chiude qui? 

L’arrivo di Di Biase va ad incrementare ulteriormente un gruppo forte. I giocatori sanno la grande vicinanza e fiducia da parte della società quindi Di Biase come altri giocatori già presenti in rosa non nuovi a questa categoria diranno sicuramente la loro. Dal mercato, la nostra rosa è completa forse verrà solo incrementata con l’arrivo di un centrocampista che potrebbe arrivare in questo fine settimana”.

A causa di questo maledetto covid-19 inizierete il campionato a porte chiuse. Cosa ti senti di dire al quartiere di Barra e dei tanti tifosi che avete li pronti a sostenervi?

Quest’anno a causa del Covid 19 tra regolamenti precauzioni e restrizioni siamo costretti a giocare 2 campionati. Uno delle restrizioni di questo inizio è proprio la disputa delle partite a porte chiuse. Ai nostri tifosi mi sento di dire che anche con queste restrizioni di non abbandonare la squadra e di seguirla come fatto fino ad ora. Dalla nostra abbiamo il campo Caduti di Brema, che da sempre è stato il campo della Barrese essendo l’unica squadra storica del paese”.

Enzo Papolino
Ph Credit Christian Calvelli