“Avversario Nel Mirino”. Arrivano i grifoni: uno sguardo alla squadra di Juric

Archiviato il successo del “Renato Dall’Ara”, contro il Bologna, il Napoli si appresta a vivere una nuova giornata di campionato. Infatti domani ci sarà il la sfida contro il Genoa, nel derby della fratellanza al San Paolo, per continuare a tentare l’assalto al secondo posto.

GLI AVVERSARI ‚Äì La più antica tra le squadre italiane ancora in attività (data di fondazione 7 settembre 1893). I Grifoni hanno nel loro palmar√©s ben 9 scudetti, 6 campionati di Serie B vinti, 1 Coppa Italia, 1 Coppa Anglo-Italiana e 2 Coppe delle Alpi. Le due tifoserie sono storicamente legate da un gemellaggio, nato il 16 maggio del 1982. Rimane nei cuori di tutti i tifosi, rossoblu e azzurri, la festa congiunta per il ritorno nella massima serie (2007). Da quel pomeriggio sono passati sette anni, sette anni caratterizzati da tanti confronti (sia in campo che sugli spalti) sempre all’insegna della sportività e del fair play.

I PRECEDENTI ‚Äì Sono 55 gli incontri al San Paolo tra il Napoli e i rossoblu, 26vittorie per gli azzurri, 17 pareggi e 12 successi per i grifoni. Il Genoa non vince dal 2009, quando si impose grazie ad una rete di Jankovic. L’ultimo pareggio è del 2014, mentre nella passata stagione fin√¨ 3-1 per gli uomini di Sarri.

IL GENOA ATTUALMENTE ‚Äì La squadra allenata da Juric staziona nei bassifondi della classifica, al sedicesimo posto, ma con undici punti di vantaggio sulla terzultima, il Palermo. Nel mercato di gennaio, il presidente Preziosi ha quasi smembrato la squadra, cedendo pedine importanti come Pavoletti, Rincon e Ocampos, sostituendoli con Pinilla, Cataldi e Taarabt, oltre ai promettenti Morosini e Beghetto. I rossoblùnelle ultime cinque partite hanno raccolto soltanto due punti, la difesa è il loro punto debole, con 33 reti subite, mentre l’attacco con 27 gol è guidato dal giovane Simeone.

Gianfranco Collaro

Condividi