Avellino. Verso Vicenza senza Castaldo? Le probabili formazioni

Per la 27a giornata di Serie B, l’Avellino sarà impegnato nella trasferta veneta contro il Vicenza di Pasquale Marino. Nelle ultime cinque partita i vicentini hanno raccolto una vittoria, due pareggi e due sconfitte. Anche l’Avellino ha avuto lo stesso ruolino di marcia.

COME ARRIVA L’AVELLINO ‚Äì Si complica la situazione per l’Avellino di Tesser, che nell’allenamento di oggi ha dovuto far fronte all’assenza di Castaldo, alle prese con terapie per un problema al polpaccio sinistro. Bastien, invece, ha lavorato in gruppo, ma in attacco la situazione diventa difficile nel caso in cui il numero 10 biancoverde non riesca a recuperare per sabato pomeriggio. Per domani è previsto l’allenamento di rifinitura.

COME ARRIVA IL VICENZA ‚Äì Se per l’Avellino i problemi sono in attacco, per il Vicenza il reparto a dare apprensione è la difesa. Sicuramente out Manfredini e Brighenti entrambi per infortunio, mentre l’altro assente, Sampirisi, deve scontare la prima delle due giornate di squalifica, rimediata in occasione della partita contro il Pescara.

VICENZA-AVELLINO IN CIFRE ‚Äì Quella del Menti sarà una partita necessaria a cambiare rotta al mini-ciclo poco convincente delle due squadre. Una partita aperta e non scontata, visto che il Vicenza ha fatto risultato tra le mura amiche solo 9 volte su 12, di cui 2 vittorie e 7 pareggi. Per l’Avellino resta il tabù trasferta. Lontano dal Partenio, infatti, i biancoverdi hanno collezionato 3 delle 10 vittorie stagionali e 3 degli 11 pareggi. Per quel che riguarda la tattica e le statistiche, il Vicenza risulta avvantaggiato su quasi tutti i punti analizzati dalla Digital Panini. Bravi nel possesso palla (54%, ndr) hanno una buona capacità di giocare il pallone, avendo registrato il 65% di successi nei passaggi, nettamente superiore alla percentuale degli irpini. Nettamente superiori anche nella supremazia territoriale. Unico aspetto che vede avvantaggiato l’Avellino è la percentuale di pericolosità. Equilibrati il dato riguardante la protezione dell’area e la quantità di tiri nello specchio di porta.

GLI UOMINI PERICOLOSI ‚Äì Per quel che riguarda gli assist, Vicenza in piena difficoltà, infatti gli unici due assist-man hanno regalato solo 2 passaggi vincenti: si tratta di Laverone e Sampirisi. Riguardo l’Avellino, nel corso delle settimane il dato non cambi: Arini comanda con 5 assist, seguono Insigne con 3, Braschi, Gavazzi e Tavano con 2. Riguardo ai tiri, il miglior tiratore dell’Avellino è Tavano con 42 tiri, mentre per i veneti è Giacomelli con 20 tiri in più dell’ex Empoli. Per quel che riguarda i bomber, a comandare la classifica delle due squadre c’è Raicevic con 10 gol all’attivo, segue Mokulu con 8. Altri uomini pericolosi per la squadra di Marino sono Giacomelli e Galano entrambi a 5 gol all’attivo.

I PRECEDENTI ‚Äì Per quel che riguarda i precedenti delle due squadre, la statistica è stata riportata in un nostro precedente articolo.Vicenza-Avellino. Statistiche a confronto

PROBABILI FORMAZIONI ‚Äì Saranno tanti gli assenti in questa partita. Come abbiamo detto sulla sponda Vicenza oltre Brighenti e Manfredini per infortunio, mancheranno Sampirisi, per l’espulsione della scorsa giornata, ma anche Moretti, che dovrà scontare una giornata di squalifica dopo l’ammonizione per proteste rimediato sempre in occasione della partita con il Pescara. Dalla sponda Avellino, assenti sicuri saranno Chiosa, che era diffidato nella scorsa giornata e ha rimediato un’ammonizione, Raffaele Pucino, che sconterà la seconda giornata di squalifica a seguito dell’espulsione in occasione della partita con il Cagliari. Probabile assente sarà anche Castaldo, per il problema al polpaccio.

Vicenza (4-3-3): Benussi; Laverone, El Hasni, Ligi, D”Elia; Sbrissa, Modic, Signori; Galano, Ebagua, Vita.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Nica, Biraschi, Rea, Visconti; Gavazzi, Paghera, Jidayi; Bastie, Mokulu, Tavano

Cristina Mariano