Avellino-Catanzaro 2-2. Irpini cuore Impavido, doppia rimonta alla capolista

Avellino-Catanzaro finisce con un pareggio in rimonta per i lupi, capaci di bloccare la capolista.

Una squadra tutta cuore ferma la capolista sul pareggio. Avellino-Catanzaro finisce sul 2-2. Rimontano i biancoverdi un doppio svantaggio che sembrava aver segnato il match.

Profondo buio per l’Avellino

Un primo tempo da incubo per l’Avellino che nel giro di pochi minuti, dieci per la precisione, si trova sotto di due gol. Sono Sounas e Biasci che riescono a superare Pane. Il primo insacca dopo un tentativo di Verna, il secondo a seguito di una duplice occasione su cui l’estremo dell’Avellino mette il veto.

Il Catanzaro va anche vicino al triplo gol, ma l’Avellino si salva. Momento negativo per la formazione di Rastelli, che non riesce neanche ad inquadrare la porta sugli sviluppi di un angolo. Chiara occasione da gol non finalizzata da Illanes e Russo. Superata la prima parte del primo tempo l’Avellino sembra crescere, ma nel finale è ancora il Catanzaro a prendere il controllo del gioco sfiorando ancora il gol.

Risveglio irpino

Nella ripresa sembra un’altra partita. L’Avellino prende in mano le redini del gioco e i cambi non fanno altro che agevolare il nuovo team in campo. Sembra un’altra squadra ed infatti, i lupi sfiorano il gol già prima del quarto d’ora di gioco con Moretti e Russo.

Gli irpini dimezzano le distanze all’ora di gioco: al 60′ infatti ci pensa Gambale su sviluppi di un calcio di punizione a mandare in porta. Galvanizzazione biancoverde, mentre il Catanzaro cerca di rimettersi in riga. Ed infatti tre minuti dopo l’1-2 Iemmello dal nulla sferra il destro colpendo il palo. Gambale poco dopo ha l’occasione di pareggiarla, ma si divora un contropiede in inferiorità numerica. Il tiro viene murato da Scognamillo.

A dare la scossa finale è l’innesto di Kanoutè al posto di Troppa. Arrivati all’70’ è proprio il nuovo entrato a provare a decidere il match con un tiro su traversone di Tito. Pallone sul fondo, ma Avellino che ci riprova e si avvicina all’obiettivo all’83’ Russo, che costringe Fulignati agli straordinari. Il pareggio arriva, però, un minuto dopo ed è proprio Kanoute a siglarlo. Traversone al centro di Tito, Gambale e Kanoute i due indiziati. Il primo non ci arriva, mentre il secondo manda in porta.

L’Avellino a ridosso del 90′ ha anche l’occasione di trovare il vantaggio con Russo che serve Kanoute. Pallone lungo per questi, ma ci prova Garretto a imbucare alle spalle di Fulignati, ma la traiettoria è lunga anche per lui. In peino recupero gli sforzi dell’Avellino potrebbero essere vanificati. Illanes sbraccia su Cianci, rosso diretto e penalty. Al dischetto va Iemmello, che viene ipnotizzato da Pane.

Tabellino

Avellino-Catanzaro 2-2 (0-2 pt)

AVELLINO (4-3-3): Pane; Rizzo, Illanes, Aya (46′ Moretti), Tito; Casarini (75′ Garetto), Franco (46′ Matera), Dall’Oglio; Russo, Murano (35′ Gambale), Trotta (24′ 69′ Kanoute). A disp.: Forte, Ceccarelli, Guadagni, Ricciardi, Maisto, Zanandrea, Auriletto, Micovschi. All.: Rastelli.

CATANZARO (3-5-2): Fulignati; Martinelli, Brighenti, Scognamillo; Vandeputte, Sounas (83′ Welbeck), Ghion (65′ Pontisso), Verna, Tentardini (65′ Katseris); Iemmello, Biasci (65′ Cianci). All.: Rizzuto, Sala, Fazio, Curcio, Gatti, Mulè, Cinelli. All.: Vivarini.

ARBITRO: Nicolini di Brescia.

MARCATORI: 4′ Sounas (C), 9′ Biasci (C), 60′ Gambale (A). 70′ Kanoute (A).

NOTE: spettatori 7.000 circa. Ammoniti: Martinelli (C), Scognamillo (C), Vandeputte (C), Illanes (A), Dall’Oglio (A). Angoli: 3-3. Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Photo Credit: Serie C

Potrebbe interessarti anche

Serie C/C: A reti bianche il match tra Gelbison e Fidelis Andria