Atalanta. Livaja shock, prima insulti poi scuse ai tifosi: “Italiani bastardi”

‘Vieni in Croazia con me, italiani bastardi”. Questo uno dei post di Marko Livaja sui vari social network, il calciatore dell’Atalanta ha risposto cos√¨ agli attacchi dei tifosi bergamaschi dopo la sconfitta interna contro il Verona. Già durante la gara, quando il croato è stato sostituito dal tecnico neroazzurro Colantuno, si era rivolto in malo modo nei confronti di alcuni sostenitori, invitando loro con parole e gesti a far silenzio. Il battibecco è continuato su Facebook, dove il croato si è reso protagonista di pesanti botta e risposta.

Nel pomeriggio il croato ha postato le sue scuse, ma la bravata è ormai dilagata sui social network: “Scrivo queste poche righe ‚Äì ha scritto‚Äì per scusarmi con tutti quelli che si sono sentiti offesi, ma ho perso la testa nei confronti di quei pochi tifosi che hanno pesantemente offeso mia madre. Pochi razzisti che mi hanno chiamato zingaro con insulti ancora più gravi legati anche alla mia nazionalità. Mi auguro di non avere più queste reazioni, ma spero anche di essere criticato solo per le mie prestazioni sul campo. Colgo l’occasione per fare a tutti gli auguri di una serena Pasqua.