AreAellino. Lustro in Cadetteria: irpini belli e salvi

Si chiude la stagione, si chiude la regoular season ed ecco che finalmente l’Avellino può festeggiare.

Come lo scorso anno, la salvezza degli irpini passa dalla Ternana, questa volta direttamente e ancora una volta ha la maglio la formazione biancoverde. Dopo lo svantaggio, la squadra di Claudio Foscarini ha avuto la forza d’animo e la fame di rimontare il risultato.

Salvezza acquisita con una prestazione di tutto rispetto e di alto livello, con un secondo tempo di completo predominio territoriale fino agli ultimi dieci minuti, quando la Ternana ha cercato un pareggio disperato.

Claudio Foscarini riesce nel suo compito, ora è tempo di riprogrammare e capire dove e quanto si è sbagliato. Soprattutto bisognerà inquadrare da dove e da chi ricominciare. Inutile puntare il dito proprio sul tecnico trevigiano, capace di riportare elettricità (positiva) in uno spogliatoio sfiduciato e incapace di trovare la vittoria.

Quello è il primo punto da assicurarsi, per poi passare alla rosa e prendere atto che questo Avellino non può prescindere da pochi elementi come Gigi Castaldo, Marco Migliorini e Pierre Ngawa. Senza dimenticare altri elementi che nel corso delle ultime giornate di sono messi mostra, in maniera positiva.

Prima di ciò è tempo di resettare senza dimenticare, perchè questo è il secondo anno che l’Avellino rischia davvero grosso.

Cristina Mariano