Angri 1927. Coppola dice noi ai grigiorossi: “Con sofferenza devo rinunciare”

Dopo l’esonero di Vicenzo Criscuolo dalla panchian dell’Angri, i grigiorossi incassano il no di Maurizio Coppola, che attraverso un messaggio sul proprio profilo Facebook spiega i motivi del rifiuto.

“Con sofferenza devo rinunciare perché la famiglia va tutelata in questo momento critico. Nonostante l’amore per questo lavoro, in questo periodo ritengo che bisogna seguire la testa, non il cuore. Ringrazio la società Us Angri , nella persona di Ferdinando Elefante, dell’opportunità che mi è stata proposta dopo le spiacevoli vicende accadute l’anno scorso. Farò sempre il tifo per questa maglia gloriosa…”