Agropoli-Palmese 4-1. Gli umori di Esposito e Sanchez al termine del match

L’Agropoli archivia la diciottesima giornata di campionato con una vittoria, l’ottava consecutiva nelle ultime quattro settimane. Ultima vittima dei cilentani è la Palmese di Carlo Sanchez, che passa in vantaggio ma viene poi rimontata dalla squadra di Gianluca Esposito.

Oggi sono molto contento perchè abbiamo battuto un’ottima squadra -commenta al termine del match Gianluca EspositoUna squadra che ci ha messo in difficoltà e che ha molte individualità. Sono doppiamente contento. E’ stata una bella partita, la Palmese ci ha messo in difficoltà diverse volte, ha avuto le sue occasioni ed è stato bravo Andrea a tenere la porta inviolata dopo il primo gol. ha fatto un paio di interventi buoni nel secondo tempo e poi sono venuti fuori le nostre qualità. Si ragazzi, forse, si sono scrollati di dosso la tensione, il campo non permette il nostro gioco, ma oggi sono davvero contento. Il calcio è fatto di episodi, hanno avuto le loro occasioni e non sono stati bravi a sfruttarle, Capone è stato bravo a privare all’attaccante la gioia del gol. Poi siamo venuti fuori noi. Per quanto riguarda le prime battute, i passaggi e il non stare in piedi l’abbiamo già detto. Questo campo non permette il nostro gioco. Poi quando le squadre si aprono riusciamo a giocare come vogliamo. Ripeto sono doppiamente contento, perchè dopo aver subito il gol, i ragazzi non si sono disuniti e hanno continuato a fare la partita come l’avevamo preparato. Ci prendiamo questo risultato importantissimo”.

Agropoli in campo con il 4-3-3: “Non abbiamo un modulo preciso, perch√© abbiamo giocatori in grado di coprire più ruoli. A tutti gli effetti oggi era quasi un 3-5-2 perchè c’erano tre difensori, due esterni, uno più offensivo e uno più difensivo, i tre centrali e i due attaccanti centrale, poi che durante la partita i calciatori si muovano con il 4-3-3 buon per noi perch√© riusciamo a interpretare la partita in diversi modi”.

Sul prossimo avversario, il Castel San Giorgio dell’ex Ciro De Cesare: “Non credo che sia l’esonero dell’allenatore a determinarne il valore. Sicuramente è allenatore carismatico e avrà voglia di rivalsa, De Cesare ha dimostrato di essere un buon allenatore, ma ripeto che non è l’esonero a determinare le sue qualità. Ad Agropoli ha fatto buon calcio e ha fatto buoni risultati. Sicuramente sarà una sfida difficile, perchè già prima affrontare l’Agropoli significava per le avversarie mettere qualcosa in più, ora affrontare l’Agropoli prima in classifica vuol dire far di tutto per portare i punti a casa. Noi non abbiamo pressione di classifica, abbiamo un percorso da fare, a volte andiamo più spediti, a volte più lenti ma l’importante è non fermarsi,”.

Per quanto riguarda la Palmese, Carlo Sanchez commenta cos√¨ la sconfitta: “Alla fine è un risultato un può pieno, ma l’Agropoli ha meritato per la mole di gioco che ha creato nel secondo tempo. Sono da tre settimane qui, è la terza partita consecutiva che ho fatto e dobbiamo pensare settimana per settimana. Se la Palmese è l√¨ un motivo c’è e noi dobbiamo cercare di uscire da questo momento e conquistare quanti più punti possibili per uscire il prima possibile dai bassifondi. Al di là di Prevete, ci sono tanti bravi under. Abbiamo una squadra giovane e non posso rimproverare niente a loro perchè si fanno trovare sempre pronti per fare la partita. Le sconfitte ci stanno e a volte fanno bene. Dispiace ma abbiamo giocato su un campo difficile contro una squadra che è in cima alla classifica”.

Cristina Mariano