World League. Buona la prima per gli azzurri, Germania ko

L’Italia ha cominciato nei migliori dei modi il suo cammino nella World League. Gli azzurri nel match d’esordio di questa sera hanno battuto con un netto 3-0 (25-15, 25-23, 25-21) la Germania conquistando cosi’ i primi tre punti stagionali. Quella scesa in campo e’ stata una squadra che ha mostrato evidenti segni di miglioramento rispetto ai due match amichevoli della scorsa settimana con la Francia, fisicamente in crescita e una maggiore fluidita’ nel gioco, dimostrazione di come il lavoro svolto cominci a dare i primi frutti anche se qualche passaggio a vuoto comunque c’e’ stato. La battuta, ad esempio, non e’ ancora un’arma in piu’ per i ragazzi di Berruto che comunque sono apparsi galvanizzati dall’atmosfera della gara internazionale. Dando continuita’ alle scelte tecnico-tattiche delle gare contro i transalpini, Berruto ha scelto Travica in palleggio, Zaytsev opposto, Birarelli e Beretta centrali, Savani e Parodi schiacciatori con Rossini libero.

La Germania, invece, e’ scesa in campo con Kampa in palleggio, Schops opposto, Kaliberda e Fromm schiacciatori, centrali Bohme e Broshog, libero Tille. Gli azzurri sono riusciti da subito ad imporre un buon ritmo alla gara trascinati da Ivan Zaytsev che ha chiuso la sua prova con 17 punti (top scorer). Le note positive arrivano pero’ anche dal gioco al centro in cui Thomas Beretta sta prendendo confidenza con i suoi compagni, ma in generale e’ stata buona la prova di tutti i ragazzi di Berruto che ora possono mettersi alle spalle i due ko di inizio stagione. La gara non e’ praticamente mai stata in discussione ad esclusione di un passaggio a vuoto nel secondo parziale quando i tedeschi si erano portati sul 22-22, tentativo di rimonta subito bloccato da Savani e compagni che da questa sera cominceranno a pensare alla seconda gara in programma domenica alle ore 18 (differita Rai Sport 2 a partire dalle ore 20) a Torino. “Abbiamo interpretato molto bene partita a livello di atteggiamento – il commento a fine partita di Berruto -. Certo in questo momento e’ troppo presto per giocare bene, ma per come siamo partiti nel primo set si e’ visto il nostro potenziale. In questo momento non e’ possibile tenere quel ritmo per tutta la partita, ma e’ importante avere quegli sprazzi di gioco. Mi e’ piaciuto il nostro attacco e il nostro muro; possiamo battere meglio, ma questo aspetto non mi preoccupa”. Piu’ che soddisfatto Savani. “Siamo partiti come meglio non potevamo. Non sapevo neanche io come avremmo reagito dopo le sconfitte con la Francia, ma lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Abbiamo cambiato tanto e le squadre si equivalevano a livello di esperienza, ma questa sera siamo stati piu’ bravi noi”. La gara non e’ praticamente mai stata in discussione ad esclusione di un passaggio a vuoto nel secondo parziale quando i tedeschi si erano portati sul 22-22, tentativo di rimonta subito bloccato da Savani e compagni che da questa sera cominceranno a pensare alla seconda gara in programma domenica alle ore 18 (differita Rai Sport 2 a partire dalle ore 20) a Torino. “Abbiamo interpretato molto bene partita a livello di atteggiamento – il commento a fine partita di Berruto -. Certo in questo momento e’ troppo presto per giocare bene, ma per come siamo partiti nel primo set si e’ visto il nostro potenziale. In questo momento non e’ possibile tenere quel ritmo per tutta la partita, ma e’ importante avere quegli sprazzi di gioco. Mi e’ piaciuto il nostro attacco e il nostro muro; possiamo battere meglio, ma questo aspetto non mi preoccupa”. Piu’ che soddisfatto Savani. “Siamo partiti come meglio non potevamo. Non sapevo neanche io come avremmo reagito dopo le sconfitte con la Francia, ma lo abbiamo fatto nel migliore dei modi. Abbiamo cambiato tanto e le squadre si equivalevano a livello di esperienza, ma questa sera siamo stati piu’ bravi noi”.

fonte: Agi

Condividi