World Grand Prix. Domani debutto delle azzurre contro il Giappone

Giornata di vigilia per l’Italvolley femminile, che domani fara’ il suo debutto nella Final Six del World Grand Prix, affrontando le padroni di casa del Giappone (ore 12.10 italiane, diretta RaiSport 1). Un impegno subito importante e difficile, cosi’ come saranno tutte le partite che Guiggi e compagne dovranno affrontare da domani fino al 1 settembre: nell’ordine Cina, Brasile, Stati Uniti e Serbia. In stagione Italia e Giappone si sono incontrate due volte (a Montreux e Alassio) e in entrambi i casi le nipponiche si sono imposte al tie-break. Entrambe le partite, pero’, si sono svolte a inizio dell’attivita’, mentre adesso le due squadre sono piu’ rodate avendo sulle spalle anche tutta la fase preliminare del Grand Prix.

Nelle tre tappe le azzurre hanno raccolto sette vittorie e due sole sconfitte, stesso bilancio per il Giappone che dopo una striscia consecutiva di sei successi, nell’ultimo week end e’ incappato in due ko. Alla vigilia dell’importante appuntamento, la regista azzurra Noemi Signorile, una delle protagoniste della qualificazione, racconta le sue sensazioni: “Se devo essere onesta non sono completamente sorpresa di aver raggiunto le finali. Ho sempre pensato che fossimo un bel gruppo, capace di fare buone cose. Ora bisogna dare il meglio di noi per arrivare piu’ in alto possibile.” Non manca pero’ l’emozione per un debutto cosi’ prestigioso: “Quella c’e’ di sicuro, in piu’ iniziare contro il Giappone che e’ la squadra di casa e percio’ avra’ tutto il pubblico a proprio favore, rendera’ le cose piu’ difficili”.

La sfida con le nipponiche aprira’ una serie di cinque gare che mettera’ le azzurre di fronte ad alcune tra le piu’ forti formazioni al mondo: “Saranno dei match molto importanti per capire cosa significa giocare contro squadre di altissimo livello. Tutte le avversarie sono davvero forti, credo che sia la maniera migliore per testarci soprattutto in vista del Campionato Europeo che iniziera’ pochi giorni dopo le finali”.

In preparazione alla partita contro il Giappone, oggi le azzurre hanno svolto una doppia seduta di allenamento in palestra. Domani le altre due sfide di giornata vedranno affrontarsi Serbia-Cina (ore 6.30) e la rivincita della finale olimpica di Londra tra Brasile e Stati Uniti (ore 8.30). Come nelle Finali della World League anche nella Final Six del World Grand Prix sara’ utilizzato il sistema challenge, ovvero l’Instant Replay che permette alle formazioni di richiedere l’intervento della Tv nel caso non siano d’accordo con la decisione arbitrale. La grande novita’, pero’, questa volta e’ che il sistema sara’ utilizzato anche per i tocchi a muro.

Durante le gare saranno impiegate 20 telecamere.

Fonte: agi.it

Condividi