Vuelta. Mollema sprint per la 17a, Nibali ancora leader

L’epilogo in volata, anche se a ranghi ristretti, sembrava ormai inevitabile. Ed invece, con una rasoiata da finisseur, Bauke Mollema si scrolla di dosso la scomoda compagnia e va a prendersi, di forza, la 17esima tappa della Vuelta a Espana, la Calahorra-Burgos di 189 chilometri, lasciando di stucco i pochi velocisti rimasti in gruppo. La giornata dopo il riposo, insidiosa anche per il vento che ha fatto perdere tempo prezioso a due uomini di classifica come Pozzovivo e Pinot, ha avuto cosi’ un finale a sorpresa: l’affermazione del 26enne olandese della Belkin, partito per fare classifica e trovatosi, strada facendo, a dover rincorrere un successo parziale per dare un senso alla sua Vuelta. Dopo un tentativo ai -8,5 di Diego Ulissi (Lampre-Merida), proprio dopo la cima dell’unica asperita’ in programma, la Subida al Castillo, il plotone dei superstiti, con dentro tutti i favoriti per la vittoria a Madrid, si era ricompattato e viaggiava a vele spiegate verso la meta. Sotto il triangolo rosso, approfittando di un’esitazione fatale davanti, Mollema rompe gli indugi per trionfare senza il colpo di reni. Seconda piazza per il norvegese Edvald Boasson Hagen (Sky), terzo l’argentino Maximiliano Ariel Richeze (Lampre). Il migliore degli italiani e’ Luca Paolini (Katusha), settimo, mentre il siciliano Vincenzo Nibali (Astana), 14esimo, mantiene senza problemi la maglia rossa di leader della classifica generale. Domani si disputa la 18esima frazione, la Burgos-Pena Cabarga di 186,5 chilometri con arrivo in salita. (italpress.com)

Condividi