Volalto Caserta. Arriva Isabella Perata, la giovane pallavolista in orbita Nazionali giovanili

Si comunica che la Volalto Caserta ha ingaggiato per la prossima stagione agonistica 2014/2015 la giovane palleggiatrice Isabella Perata.

Nata a Genova il 15 dicembre del 1997, ma proveniente dalla splendida Varazze, la neo rosanero è atleta che orbita nel giro delle nazionali giovanili. Con la maglia azzurra, la scorsa estate ha partecipato ad Utrecht alle olimpiadi giovanili europee. Sino alla stagione 2012/2013 è stata un elemento di spicco del Club Italia, la formazione della federazione che raggruppa le atlete più interessanti della penisola. Ha giocato,quindi, anche con Claudia Torchia della quale è molto amica.

Nel corso di quest’esperienza il commissario tecnico della nazionale, Mencarelli e i ct del Club Italia, Mazzanti, Pieragnoli e Paglialunga, la trasformano in palleggiatrice. I risultati sono stati da subito eccellenti.

Grazie al suo fisico importante, è alta 181 cm, unita ad una ottima base tecnica, la Perata mostra subito di ritrovarsi a suo agio in quel ruolo. La stagione appena conclusa,l’ha vista, invece, splendida protagonista con la prestigiosa maglia del Chieri con la quale ha conquistato la medaglia d’argento nella finale della Coppa Italia di serie B1, mentre in campionato il cammino si è fermato alle semifinali play off promozione in A2.

Arrivo a Caserta ‚Äì spiega la regista ‚Äì con il pieno di motivazioni. So di essere approdata in una piazza ambiziosa dove avrò la possibilità di confrontarmi con atlete molto forti ed esperte. L’ideale per chi vuole crescere ed apprendere sempre di più.

Ha già avuto modo di conoscere alcune delle sue nuove compagne di squadra proprio in occasione delle final four di Coppa Italia disputate la scorsa primavera a Padova

In quei giorni – prosegue la Perata ‚Äì ebbi modo di constatare la serietà della società, ma anche lo spirito di gruppo delle ragazze. Poi Claudia mi ha raccontato tanto della squadra, della città, del meraviglioso pubblico che ci segue. Sono molto curiosa e non vedo l’ora di cominciare.

 

 

Antonio Luisè