Virtus Scafatese-S.Agnello 2-2. Gargiulo al 93′: che occasione persa per gli uomini di Esposito

VIRTUS SCAFATESE – S. AGNELLO: 2 – 2

MARCATORI: 4′ Marcucci (VS), 24′ Malafronte (VS), 53′ Rega (SA), 93′ Gargiulo (SA)

VIRTUS SCAFATESE (4-4-2): Gallo; Somma, Abate, G. Cirillo, Gaudieri; Natino (75′ Ascione), Memoli, Amarante, Ferrentino (78′ Galdi); Malafronte (86′ Colantuono), Marcucci. A disposizione: Boriello, Garello, Avino, Aiello. All. Pasquale Esposito

S. AGNELLO (4-2-3-1): Uliano; Gargiulo, Cardenia, Di Donna, Scippa; Serrapica, Rega (75′ Savarese); Esposito (46′ Macarone), Della Femina, Arcobelli; Fiorentino (46′ Cioffi). A disposizione: Cuomo, Cappiello, De Maio, Beato. All. Francesco Nardo

ARBITRO: Antonio Monda di Napoli NOTE: Ammoniti: Somma, Abate, Amarante (VS), Cardenia, Della Femina (SA). Corner: 3 – 5. Recuperi 1’pt, 4’st. Spettatori 300

La Virtus Scafatese ci ricasca, come con l’ Eclanese, si fa raggiungere allo scadere, ma questa volta il pareggio costa il primato, che passa alla Sarnese vittoriosa, proprio a Mirabella Eclano. Il tecnico Esposito schiera il solito undici, in avanti ormai confermata la coppia Malafronte-Marcucci, a centrocampo partono in maniera invertita i due esterni Ferrentino (a sinistra) e Natino (a destra). Eppure comincia in discesa il match con i padroni di casa subito in vantaggio grazie al tap in vincente del solito Marcucci su assist di Ferrentino che chiude bene la sovrapposizione. I ritmi non sono altissimi, ma nel primo quarto d’ ora la Virtus Scaftese la fa da padrona. All’ 11 Ferrentino su cross teso da punizione favorisce lo stacco di Malafronte sventato dall’ intervento di Uliano. La reazione degli ospiti è timida, con Arcobelli che da fuori aria gira a volo strozzando il tiro, la sfera si spegne a lato controllata a vista da Gallo. Esposito decide poi di riordinare i due esterni, Ferrentino-Natino, nella loro posizione naturale. Al 24′ Malafronte bissa il risultato con un incornata in piena aria di rigore, pescato dal positivo Gaudieri. Il primo tempo si chiude con lo score in cassaforte per i padroni di casa. Nella ripresa il S. Agnello mescola le carte e passa ad un 4-4-2 con la doppia sostituzione di Cioffi e Macarone per Esposito e Fiorentino. L’ atteggiamento degli uomini di Esposito è da subito remissivo ed all’ 8′ arriva il campanello d’ allarme con la rete del baby Rega che appoggia dentro appostato, solo, sulla linea di porta, pescato da un cross da corner di Scippa. La rete scuote i gialloblu che provano a rialzare il baricentro, ma le conclusioni di Ferrentino da fuori area e la punizione di Malafronte di poco alta, non sortiscono effetto. Alla mezz’ora la Virtus Scafatese molla gli ormeggi a centrocampo, con i costieri che intuiscono il buon momento per affondare. Abate sbaglia il disimpegno favorendo il taglio di Macarone per Arcobelli che sfugge a Cirillo ma rovina mandando la sfera a lato. Esposito corre ai ripari rilevando prima Natino per Ascione, poi Galdi per Ferrentino, passando cosi ad un 4-3-3, ma la mossa non da i frutti sperati, con i gialli che continuano a perdere campo nel punto nevralgico dal terreno di gioco. Marcucci prova a reggere la “baracca” dalla mediana, raccogliendo un lancio di Amarante, la girata a volo è neutralizzata in presa plastica dall’ estremo avversario. Nei minuti finali aumenta il forcing degli ospiti con Gargiulo che prima fa le prove al 90′, conclusione alta su appoggio di Della Femina, poi fa sul serio nel recupero, al 94′, su cross di Macarone che approfitta dell’ unica sbavatura di Marcucci, lo stacco è imperioso e manda la palla nell’ angolino alla destra di Gallo, fra la delusione e lo sgomento dell’ intero Comunale. Doccia fredda dunque per la Virtus Sacafatese, recidiva in zona “cesarini”. La squadra ora è raccolta in silenzio, proiettata verso la settimana di fuoco che prevede l’ ottavo di finale Mercoledi contro il Calpazio e lo scontro diretto a Sarno, l occasione per riprendersi il primato.

Condividi