Villa Literno. Annunziata:”Stipendi?Sta al buonsenso delle societá,ma senza sponsor è difficile”

In una normale domenica a quest’ora staremmo sui campi per raccontare le gesta di chi dà vita a questo bellissimo sport chiamato calcio,ma l’emergenza dettata dal diffondersi del Covid-19 ha bloccato praticamente tutto,dal mondo professionistico fino al panorama dilettantistico e non solo.

Ma per dare una sorta di impronta calcistica anche a questa domenica abbiamo raggiunto Gaetano Annunziata, calciatore nonchè bomber del Villa Literno Calcio. Con lui abbiamo parlato dello stop forzato,di un’ipotetica ripresa ma anche della delicata situazione stipendi.

Ciao Gaetano. Allora, l’Italia e il mondo stanno attraversando questa emergenza la quale ci sta obbligando a cambiare parecchie abitudini che nella normalitá ci parevano essere invece scontate. Come state vivendo questo momento al Villa Literno Calcio?

Ciao ragazzi. Come tutto il mondo e il resto dell’Italia stiamo rispettando le regole e le normative richieste dal governo aspettando e sperando che la situazione ritorni alla normalità il prima possibile.

Personalemente in che modo stai passando questa quarantena? Immagino ti stia allenando. Hai una bozza di programma dettato dallo staff da seguire insieme ai tuoi compagni?

Si, ci è stato rilasciato un programma,ma il calcio è uno sport di gruppo. Non sarà semplice ritornare dopo un lungo stop senza allenamenti specifici e,nonostante il programma ,siamo comunque limitati per questa situazione.

Sono stati decretati conclusi i campionati di rugby e quelli regionali di basket. Pensi si arriverá a questo anche per i campionati dilettantistici? E per quelli professionistici? Sai gli interessi in gioco sono tanti, soprattutto nel calcio mettendo in conto anche e soprattutto la questione stipendi.

Purtroppo questa situazione non dipende da noi,ma sicuramente la salute viene prima di tutto. Bisogna aspettare l’evolversi della situazione per capire se sarà il caso di continuare.

Ecco, gli stipendi. Molte societá del mondo dilettantistico stanno cominciando a riscontrare problemi a rispettare gli impegni presi ad inizio stagione con i propri tesserati. Cosa ne pensi a riguardo? Quali potrebbero essere i rimedi?

Bella domanda! Purtroppo nei dilettanti non siamo tutelati per quanto riguarda gli stipendi ,quindi sta tutto al buonsenso delle società. Per fortuna il Villa Literno è una società molto seria ed ha mantenuto gli impegni. È anche vero che ad oggi le società sono in difficoltà perché molte aziende sono chiuse e questo compromette il sostegno degli sponsor.

Guardando la classifica state a 2 punti dai play-off e tutto sommato la stagione fino alla sospensione è stata buona. Il rischio di non poter riprendere è grande.
Come reagiresti se decretassero la conclusione del campionato?

Sì avevamo trovato un po’ di continuità nei risultati, e con gli infortuni e le squalifiche rientrate eravamo al completo, volevamo dimostra la forza della squadra ma purtroppo questa cosa non è ci è stata permessa per questo virus.

Vuoi inviare un messaggio in nome dello slogan “io resto a casa”?

Si,restiamo a casa, ne vale della nostra salute e soprattutto di chi ci circonda! Poi torneremo ad abbracciarci.

Ringraziamo Gaetano Annunziata e la società Villa Literno Calcio per la disponibilitá.

Condividi