Vibonese-Avellino 0-1. Rossetti sistema tutto, lupo non incisivo

L’Avellino riesce a vincere la prima gara della stagione. Un gol di Rossetti per sistemare l’avvio disastroso della scorsa giornata contro il Catania.

Contro la Vibonese è una partita vivace, ma che viene rovinata dall’intromissione quasi ossessiva del direttore di gara. Sette ammoniti e un rosso, tutto molto generoso, per una sfida che ha regalato divertimento, ma poche occasioni da gol.

La squadra di Giovanni Ignoffo, cos√¨ come quella di Modica, sono alla ricerca della personalità e per questo il gioco non ha entusiasmato. Tranne qualche azione molto blanda, condita da tiri imprecisi, i portieri sono stati sostanzialmente degli spettatori non paganti. L’Avellino, però, pare quasi un diesel, perchè se nel primo tempo è la formazione calabrese a dare la pressione maggiore per cercare il gol, nella ripresa sono i lupi a premere. Nessun tiro in porta e Abibi tranquillo a gestire il suo reparto senza difficoltà. Per Greco, invece, qualche colpo a testare i riflessi è arrivato, ma niente che potesse impensierire il portiere dei rossoblù.

L’inerzia cambia proprio con il gol di Rossetti sugli sviluppi di un calcio di punizione dai trenta metri circa. La Vibonese prova a pressare nuovamente, ma non riuscendo a mettere alle strette un Avellino comunque sicuro dei suoi mezzi. Gli irpini, infatti, hanno gestito e dopo l’espulsione di Alfageme, la Vibonese non è riuscita ad approfittarne. Merito grande della squadra di Ignoffo, che dal canto suo si è unita facendo quadrato e provando a non subire. Tranne alcune conclusioni individuali la squadra di Modica non impensierisce e torna a casa con un gol in passivo che fa festeggiare l’Avellino.

Cristina Mariano