Vi presentiamo Piero Lenti, il baby fenomeno del calcio italiano nel mirino di molti club europei

Tra i tanti campioncini in erba che vanno a condire il firmamento del calcio italiano, sicuramente assume un ruolo di rilievo l’estro e la fantasia del piccolo Piero Lenti, trequartista, classe 2001, nato in Germania, a Shwelm, ma di nazionalità Italiana (i suoi genitori sono campani, della provincia di Napoli). Il baby fenomeno, attualmente militante nelle giovanili della Fiorentina, presenta uno stile di gioco che ricorda molto quello di Ronaldinho, deve migliorare nel gioco di squadra, ma ha i suoi punti di forza nella tecnica, l’agilità e soprattutto è sicuro di se nelle proprie giocate. A soli 8 anni è divenuto una star del web dopo che dei filmati amatoriali hanno fatto breccia su tutti vedendolo palleggiare e saltare come birilli gli avversari, oggi alla comunque tenera età di 13 anni sta cominciando a farsi conoscere su campi più importanti, dove con la maglia della Fiorentina giovanissimi sta bruciando le tappe, mostrando anche una certa confidenza con i compagni giocando molto di più per la squadra. “El Pibe di Taranto” come veniva già chiamato fin da piccolo è un mostro di tecnica, ha praticamente il pallone incollato al piede sinistro, dove con molta maestria riesce a fare giochi di prestigio d’alta scuola diventando anche più concreto col passare del tempo. E’ ancora presto per dirlo ma dopo l’avvento di Mansour in rampa di lancio con il Milan, sicuramente non saremmo sorpresi se anche il “piccolo” Piero Lenti riuscirà tra un pò di anni a calcare i campi del calcio professionistico, in fin dei conti di qualità ce ne è tanta, incrociamo le dita anche per il bene di tutto il movimento calcistico italiano. Giocatori come lui in effetti a vederlo subito sono rarissimi. A conferma del proprio talento, vi sono i prepotenti interessamenti di molte società mondiali, come Borussia Dortmund, Barcellona e le italiane Juventus, Milan e Napoli e la partnership con lo sponsor Puma.

Flaviano Collaro