Valdiano-Portici 2-3. Biancazzurri tornano in eccellenza

Il Portici 1906 torna in Eccellenza e lo fa al termina di una partita che entrerà senz’altro nella storia del calcio cittadino, una partita di quelle che tra cinquant’anni potrà essere ricordata come l’impresa di Teggiano. La squadra, in svantaggio di due reti, trova la forza di pareggiare ed all’ultimo minuto dei tempi supplementari, nonostante l’inferiorità numerica per sette contro dieci, riesce a gettare il cuore oltre l’ostacolo trovando l’ormai insperato goal vittoria che vale il ritorno in Eccellenza.

La prima frazione di gioco è avara di emozioni: le due squadre si fronteggiano a centrocampo, senza tuttavia correre il rischio di concedere spazi agli avversari, con i padroni di casa che collezionano due nitide palle goal su incornata da calcio d’angolo. La ripresa è ben più avvincente dal momento che ambedue le squadre, sotto la spinta di un tifo passionale, si gettano in avanti alla ricerca della rete. Ad aprire le marcature è Morea che ben servito in profondità riesce a portarsi a tu per tu con Borriello siglando il vantaggio.

Nel giro di pochi minuti il copione della partita appare ormai scritto quando ancora Morea, lanciato sul filo del fuorigioco, controlla elegantemente il pallone superando con un agile gioco di gambe l’estremo difensore porticese ed insaccando a porta sguarnita. Sembra ormai tutto finito: ai padroni di casa non resta che controllare il gioco e favorire l’incessante scorrere del cronometro.

A riaprire la gara ci pensa la dea bendata che si materializza sotto forma dello sciagurato colpo di testa di Giordano che beffa il proprio portiere con un’imparabile parabola che si infila sotto l’incrocio dei pali. Il Portici ci crede e continua a spingere in maniera incessante, riuscendo a trovare la rete del pareggio con una magia su punizione del solito Cesarano che infila Serra sul proprio palo con una traiettoria al bacio. Nel giro di pochi minuti la girandola di espulsioni prima illude, poi delude i biancoazzurri: il rosso mostrato a Morello regala ai porticesi un’effimera superiorità numerica che dura solo pochi giri di lancette, a causa dei rossi sventolati ai danni di Reale e Sannino. Nei supplementari, a complicare ulteriormente l’impresa porticese, ci pensa la terza espulsione (Rispo) che tuttavia sembra regalare ai biancoazzurri le energie necessarie a dominare il campo come fossero in superiorità numerica.

Il doppio palo colpito dal tiro-cross di Santucci dà ai ragazzi di Sarnataro la scossa necessaria a sfiorare più volte la rete: in due occasioni, la poca lucidità sotto porta strozza in gola l’urlo di gioia dei sostenitori porticesi. Nel secondo supplementare, il Portici resta addirittura in sette uomini quando Molisso compie un fallo al limite dell’area e riceve il secondo giallo di giornata. I minuti passano e serve un autentico miracolo per vincere in sette contro dieci.

All’ultimo respiro la punizione calciata in avanti viene stoppata in area da Rega che, spalle alla porta, riesce a girarsi ed a battere Serra con un rasoterra nell’angolino basso che lascia di sasso l’estremo difensore rossoblu, getta nello sconforto i sostenitori valdianesi e regala ai tifosi porticesi, alla squadra ed alla città tutta il giusto lieto fine per la più bella delle favole.

Tabellino di gara

Valdiano-Portici 2-3

VALDIANO: Serra, Puglia, Coronato, Montera, Giordano, Di Falco, Farano (95′ Curcio), Cavallo, Santucci (95′ Di Mieri), Morea, Spinelli. A disp: Maddalo, Esposito, Marra, Coccaro, Salvitelli. All.: Vastola.
PORTICI 1906: Borriello, Rispo, Molisso, Piccini, Sansone, Imperato, Punzo (60′ Cesarano), Perna (60′ Pelliccio), Reale, Ragosta (60′ Rega), Sannino. A disposizione: Paparo, Iodici, Di Palma, Ranavolo. All.: Sarnataro
ARBITRO: Battistelli di L’Aquila
RETI: 58′, 60′ Morea (V), 67′ aut. Giordano (V), 79′ Cesarano (P), 119′ Rega (P)
AMMONITI: Giordano (V), Cavallo (V), Borriello (P)
ESPULSI: Morea (V), Reale (P), Sannino (P), Rispo (P), Molisso (P)
NOTE: terreno di gioco in pessime condizioni, spettatori presenti 1000 circa con buona rappresentanza ospite

Fonte: Luigi Vittorio Espinosa www.porticalcio.com

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *