Turris. Il primato dei corallini: è Sibilli l’uomo in più

Sasà Sibilli classe 76′ si sta rivelando l’ uomo in più della Turris targata Pensabene che ha appena agganciato la vetta della classifica in condominio con il Marcianise. Da quando l’anno scorso prima del match con il Civitavecchia il trio Moxedano-Nutolo-Fabiano gli hanno affidato la regia del centrocampo corallino, il calciatore napoletano ha ritrovato una seconda giovinezza sportiva. Sempre nel centro del gioco,con dinamismo e visione tattica,Sasà è diventato titolare inamovibile e anche grazie alle sue doti naturali di leader sta sbalordendo anche i più scettici sul suo conto. Tante le perle che Sibilli in quest’ anno e mezzo ha regalato alla piazza torrese, tra le più lucenti ritornano alla mente il cucchiaio dagli undici metri nella sequenza di rigori agli ottavi di coppa Italia lo scorso anno contro il Città di Messina, ma anche lo stesso gesto tecnico mostrato in diretta Rai sempre dal dischetto nella semifinale di coppa contro l’Arezzo ma soprattutto la bella parabola che domenica direttamente dalla bandierina del corner lato distinti ha trafitto Munao per il decisivo gol del 1 a 0 nel derby con il Gladiator. Comunque le sue doti tecniche, unite alla grinta da lottatore, lo hanno reso il beniamino del pubblico del “Liguori” che domenica gli ha tributato una meritata standing ovation al momento della sostituzione.

Marco Esposito

 

 

Condividi