Turris. Fabiano tra C e corallini: “Giusto promuovere le prime. Futuro? Non ho ancora parlato con la società”

In questo periodo di incertezze, dove le riforme e le proposte continuano a tenere banco nel mondo, una questione è certa che la Turris l’anno prossimo tornerà in C. Il tecnico dei corallini, Franco Fabiano, è intervenuto sulla questione blocco ripescaggi, rilasciando alcune dichiarazioni ai colleghi di Metropolis – “Le decisioni dovevano essere più o meno quelle, ma ci sono i margini per fare altro. Non credo che tutti i club di C il prossimo anno si possano iscrivere al campionato. Nei giorni scorsi ho sentito di questa idea di riforma con due gironi di serie B ma è inattuabile, visto che ci sono tempi molto stretti. Magari potrebbe essere un qualcosa da fare nei prossimi anni. E’ vero, però, che è impossibile mettere d’accordo tutti, hanno cercato di scegliere per il male minore anche se penso che alla fine si aprirà comunque almeno ai ripescaggi”.

Il trainer di Torre del Greco specifica – “Si deve dare più tempo per condividere le scelte. E’ giusto che le squadre che attualmente sono prime nei propri gironi di serie D vengano promosse in serie C, ma allo stesso tempo anche alle seconde classificate deve essere data qualche chance di poter ambire al salto di categoria. Bisogna avere un po’ di buon senso”.

La Turris attende solo che venga ufficializzata la promozione in C – “In tutti i casi noi siamo in C, ma devono sbrigarsi. La cosa più importante è programmare il prossimo anno e sapere quando si partirà. Temo che con questi ultimi contagi non riparta nemmeno la A, che è un volano fondamentale per tutto il mondo del calcio. A livello personale non ho ancora parlato con la società, ci siederemo a tavolino e parleremo. L’importante sarà non farsi trovare impreparati, ma chi decide come Colantonio o Primicile avrà già qualcos ain mente per il prossimo anno”.