Turris-Crotone 0-4. Notte fonda per i corallini, i pitagorici sbancano il Liguori

Tra le contestazioni e i tifosi delusi, il triplice fischio sancisce il 0-4 di Turris-Crotone, che non fa altro che peggiorare la situazione di classifica dei corallini. a un punto dalla zona play-out.

 Sin da subito il Crotone si è dimostrato padrone del campo e a pochi giri di lancette dal fischio di inizio è arrivata la prima occasione. A far tremare i padroni di casa Giron, poi al 4’ arriva il gol ospite con Loiacono bravo a beffare Esempio. La squadra di Zauli in poco tempo diventa padrone del campo andando a chiudere gli spazi a una Turris che prova a imbastire azioni, inutilmente.

Al 10’ i calabresi sfiorano il raddoppio, ma c’è Marcone a impedire il 2-0 con Gomez. Nonostante la Turris provi, poi, a creare occasioni l’undici di Zauli non viene impensierita, ma piuttosto si rifà in avanti andando a trovare il raddoppio. Infatti al 23’ ci pensa Gomez che ben imbeccato da Papini. Questa volta non può nulla l’estremo corallino. Ancora Esempio a non riuscire a ostacolare l’avversario. Il raddoppio taglia le gambe alla formazione di Caneo, che commette errori banali in fase di impostazione.

Crotone galvanizzato: con Loiacono prova a chiuderla virtualmente ma non arriva il tris. Per tutto il primo tempo, la squadra di casa non riesce a costruire e a arginare il Crotone che gioca in scioltezza. Solo nel finale, al 46’ arriva il primo squillo di casa, con Frascatore, ma non trova il bersaglio grosso.

Nella ripresa, il Crotone ricomincia da dove aveva finito. Uno svarione difensivo della retroguardia torrese punisce Marcone e i suoi. Tumminello, infatti, riesce a infilarsi tra gli spazi e a servire Gomez che deposita in rete. La Turris sembra definitivamente KO: pochi minuti dopo il tris, il Crotone sfiora il quarto proprio con Tumminello assistman per la doppietta di Gomez, sugli sviluppi di un angolo.

I corallini non trovano il bandolo della matassa e rischiano l’affondo. Caneo mette mano alla formazione, cercando di rimettere in piedi una partita ormai decisa. Arrivano i primi squilli, neanche a dirlo ci prova la coppia De Felice-D’Auria con Dini, però, che non viene sorpreso. Al 70’ arriva la doccia fredda: il direttore di gara concede un penalty al Crotone per il fallo di Pugliese su D’Ursi. Marcone, però, dice no a Tumminello. Nonostante il rigore fallito, non demordono gli uomini di Zauli, che si trovano le cose facilitate da una difesa completamente disordinata.

Alla mezzora del secondo tempo, però, la Turris prova a dare segnali con Franco che prova a servire Guida, in ritardo, annullando una potenziale occasione. E’ un buon momento per i corallini, che si rifanno avanti con De Felice. Nel momento migliore arriva, però, il KO finale con D’Ursi complice Marcone che non riesce a trattenere il pallone dopo una parata. La Rossa si ridesta solo nel recupero quando Nicolao tenta il tiro, ma calibra male mandando il pallone oltre la traversa. Si chiude dunque ancora con una sconfitta la giornata calcistica dei corallini.

Tabellino

Turris-Crotone 0-4 (0-2 pt)

TURRIS (3-4-3): Marcone; Cocetta, Esempio, Frascatore; Cum (18’st Saccani), Scaccabarozzi (18’st Pugliese), Franco (32’st Matera), Nicolao; Giannone (18’st D’Auria), Guida, De Felice. All: Caneo. A disp: Pagno, Pavone, Maniero, Primicile, Contessa, Onda, Burgio.

CROTONE (3-4-3): Dini; Papini, Gigliotti (21’st Crialese), Loiacono; Tribuzzi (32’st Bruzzanti), Petriccione, Vinicius (32’st Felippe), Giron; D’Ursi; Gomez (21’st Vitale), Tumminello (35’st Cantisani). All: Zauli. A disp: D’Alterio, Bove, Jurcec, Spaltro, Schirò, Pannitteri.

ARBITRO: Ubaldi di Roma.

RETI: 4’ Loiacono, 23’, 48’ Gomez, 79’ D’Ursi

NOTE: ammonito Guida. Spettatori: 1250.