Turris. Chiesti al Comune fondi per il Liguori

La proprietà della S.S. Turris Calcio, impegnata a gettare le basi di un nuovo ciclo programmatico che, sul medio-lungo periodo, possa portare la squadra a competere per traguardi sempre più importanti e tuttora aperta, in tale prospettiva, ad ulteriori forze imprenditoriali che volessero condividerne princìpi e progettualità, rende noto di aver trasmesso, a mezzo pec, una missiva al sindaco di Torre del Greco, all’assessore con delega allo Sport ed al presidente del Consiglio comunale avente ad oggetto l’esigenza di prevedere – nell’ambito del periodico aggiornamento del Piano triennale delle opere pubbliche e delle variazioni di bilancio in corso di approvazione – ulteriori stanziamenti in favore dello stadio “Amerigo Liguori”, non limitati ai preannunciati lavori di adeguamento della “curva Vesuvio”, ma proiettati a soddisfare anche i requisiti infrastrutturali richiesti dalla categoria superiore alla Lega Pro in termini di dimensioni del rettangolo di gioco, capacità dell’impianto di illuminazione, numero e capienza dei settori destinati al pubblico.

In proposito, la società ha già richiesto specifiche relazioni tecniche a professionisti di fiducia.

Nella consapevolezza delle tempistiche di realizzazione degli adeguamenti prospettati e nel ribadire massima disponibilità nei confronti del Comune per costruttivi confronti sulla tematica-stadio, resta inteso che la richiesta formulata si colloca nella direzione di non disattendere le aspettative di chi ha deciso di investire nel Club e di chi ancora deciderà di farlo, in modo da consentire alla proprietà della S.S. Turris Calcio di stilare una programmazione ambiziosa, supportata da interventi sull’unica infrastruttura sportiva ad oggi fruibile dalla prima squadra cittadina che siano quantomeno presenti all’interno della programmazione pluriennale dell’Ente.

Stadio Amerigo Liguori, Torre del Greco