Tre km Marcia. Eleonora Giorgi stabilisce nuovo record italiano dopo 22 anni

La prima giornata dei campionati italiani assoluti indoor di Ancona mette in copertina Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre) che riscrive il record nazionale dei 3000 metri di marcia in 11’50″08, miglior prestazione mondiale 2014. Il precedente limite, 11’53″23 di Ileana Salvador, resisteva da quasi 22 anni (Genova, 29 febbraio 1992). Scintille sui 60hs con il vicecampione europeo Paolo Dal Molin (Fiamme Oro) che, malgrado tre barriere abbattute, domina la finale in 7″60. Al femminile una sorprendente Giulia Pennella (Esercito) vince in 8″04 e diventa la quinta italiana di sempre, spiazzando anche la favorita Marzia Caravelli (Aeronautica), alle sue spalle in 8″10 (8″07 in batteria).

Fabrizio Schembri (Carabinieri) si aggiudica 16,78 a 16,27 l’attesa sfida nel triplo con il bronzo olimpico Fabrizio Donato (Fiamme Gialle), costretto ad uscire prematuramente di scena, dopo il terzo salto, da un tallone dolorante.

Tra le donne sesto titolo in sala per il bronzo degli Euroindoor Simona La Mantia (Fiamme Gialle) che però resta sotto la soglia di 14 metri: 13,73.

La mezzofondista Margherita Magnani (Fiamme Gialle) conferma, invece, il suo bel momento di forma aggiudicandosi in solitaria i 1500 in 4’11″98. Ok Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) che nel peso sbaraglia la concorrenza con un lancio di 18,23.

Domenica la giornata conclusiva della rassegna tricolore con le finali dei 400 metri che sabato in batteria hanno visto i migliori crono di Lorenzo Valentini (Fiamme Gialle) 47″06 e Elena Bonfanti (Lecco-Colombo Costruzioni) 54″22.

Tra le prove più attese, quella di Marco Fassinotti nell’alto, specialità nella quale ha recentemente eguagliato il primato italiano con la misura di 2,33.