Torna la campagna “Keep Racism OUT” della Lega Serie A e UNAR

Lega Serie A e UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri) scendono ancora una volta in campo insieme con la campagna “Keep Racism OUT” per combattere il razzismo e ogni forma di discriminazione.

In occasione della 30ª Giornata di Campionato, e in concomitanza con la XVIII Settimana contro il razzismo che ci celebra dal 15 al 21 marzo 2022, su tutti i campi della Serie A TIM e sui canali social di Lega Serie A saranno realizzate una serie di iniziative a sostegno della campagna, grazie al supporto e alla partecipazione dei 20 Club associati.

Serie A e UNAR - Campagna Keep Racism OUT

Serie A e UNAR – Campagna Keep Racism OUT

“Le iniziative in programma su tutti i campi di Serie A TIM nel prossimo weekend sono lo specchio concreto del grande lavoro che da più di due anni stiamo portando avanti insieme a UNAR e ai nostri Club – ha dichiarato Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Lega Serie A –. Ribadire con grande determinazione la ferma condanna verso ogni forma di discriminazione e contrastare il razzismo nei nostri stadi è la mission della campagna Keep Racism Out, una priorità assoluta tra le iniziative CSR di Lega Serie A.

La strada è ancora lunga, ma il percorso è ben avviato, e grazie alla collaborazione delle squadre di A stiamo lavorando per sensibilizzare gli appassionati e segnare tutti insieme il goal più importante”.

“La nuova edizione della campagna ‘Keep Racism Out’, nell’ambito della XVIII Settimana di azione contro il razzismo, rafforza il percorso virtuoso avviato con la Lega Serie A, un partner fondamentale con cui l’UNAR collabora in prima linea contro ogni forma di discriminazione – dichiara il direttore dell’UNAR, Triantafillos Loukarelis – Le attività di sensibilizzazione portate avanti congiuntamente ci auguriamo possano continuare attraverso il percorso intrapreso, con l’obiettivo comune di isolare i violenti e condannare episodi che nulla hanno a che fare con i valori dell’agonismo e del tifo.

C’è ancora tanto da fare per sconfiggere l’odio, a tutti i livelli, ma questo non deve scoraggiarci, anzi. Ogni singola ora di lavoro spesa per difendere le libertà e i diritti fondamentali ci motiva ad accrescere il nostro impegno. La Settimana di azione contro il razzismo, che si celebra in tutta Italia dal 15 al 21 marzo, è un’opportunità per tutti i club di calcio di continuare a svolgere un ruolo fondamentale nel fare rete contro il razzismo ed eliminare ogni forma di discriminazione nel mondo dello sport.

Per dimostrarci all’altezza della sfida che stiamo affrontando è fondamentale continuare a lavorare in sinergia. Potremo dire di aver vinto tutti quando l’unico coro che sentiremo negli stadi sarà quello dell’inclusione”.