Top & Flop. Tre pari dalle cadette campane

Un week-end da ex per le campane militanti in Serie B. Il Benevento nell’anticipo del venerd√¨ viene bloccato in rimonta dal Verona, che al 90′ ha trovato il gol del pareggio trasformando il rigore concesso agli scaligeri per un fallo di Venuti.

La Salernitana non va oltre lo 0 a 0 contro il Novara, in una partita in cui Gomis non ha corso particolari pericoli.

Stesso risultato anche sul Provinciale di Trapani, ove gli uomini di Calori riescono a strappare un punto all’Avellino, vicino al gol del vantaggio sia nel primo che nel secondo tempo. Pochi pericoli anche per Radunovic, che ha risposto presente alle occasioni create dai siciliani.

FRONTE SANNITA – Monumentale lavoro dei difensori giallorossi, che sono riusciti a mettere ripetutamente in fuorigioco Pazzini e soci correndo pochi pericoli. Il capitano Lucioni si concede anche il lusso di segnare un gol, quello del temporaneo 2 a 1.

Top

  • Camporese. Insuperabile sulla fascia. Sta prendendo sicurezza e crescendo vertiginosamente di qualità. Sta finalmente emergendo la qualità dell’ex Fiorentina.
  • Lucioni. Pilastro della difesa e goleador. Il capitano non si fa mancare nulla, prestazione di alta classe per il centrale e poi con orgoglio porta nuovamente in vantaggio i suoi.
  • Ciciretti. Pericolo pubblico numero 1. Con Falco fa venire i brividi alla difesa avversaria. Crea azioni pericolose, torna a difendere. Migliore in campo.
  • Falco. Come sopra. Il ds Di Somma ha creato l’accoppiata vincente per far tremare le difese avversarie.

Flop

  • Cissè. Non propriamente un flop, ma bisogna pur fargli pesare l’espulsione che si è beccato nei minuti finali del match. Segna per due volte, ma gliene concedono solo uno. Torna a difendere e diveta sempre più padrone della nuova posizione ritagliatagli da Baroni.
  • Venuti. Cos√¨ come per Cissè. Sulla valutazione pesa il fallo che ha portato al rigore, ma per lui ottima prestazione.

FRONTE GRANATA – Prestazione opaca da parte degli attaccanti, che non sono riusciti a trovare il gol del vantaggio. Vincono le difese.

Top

  • Perico. Prestazione completa: difende senza sbavature e si fa vedere in avanti alla ricerca di azioni pericolose.
  • Bernardini. Partita perfetta del centrale difensivo, che riesce a tenere a bada gli attaccanti, non a primo pelo, del Novara.
  • Minala. All’esordio. Partenza con timidezza, ma pian piano prende il sopravvento la sicurezza e diventa protagonista di una prestazione più che positiva. Insuperabile

Flop

  • Gomis. Paga le indecisioni, ma resta inviolato anche poco operoso e chiamato in causa.
  • Zito. Viene chiamato in causa per dare maggior spinta in fase offensiva, ma in realtà si area molto prima di creare azioni pericolose. Impalpabile.
  • Improta. A disagio e poco incisivo sulla sinistra. Sbaglia clamorosamente un gol che avrebbe potuto portare la vittoria ai granata

FRONTE AVELLINESE – Un grande Radunovic evita il peggio in un paio di occasioni. Avellino poco incisivo in attacco e che porta a casa un punto su un terreno ostico. Perde l’occasione di agganciare la Salernitana.

Top

  • Radunovic. Determinante in occasione dei tentativi di Coronado e Curriale. Molto attento ed attivo su ogni tiro pericoloso.
  • Paghera. La migliore prestazione della stagione da parte del giocatore. Recupera palloni con classe e senza falli. Nei primi minuti del mach recupera un pallone molto interessante e manda Verde a tu per tu con Pigliacelli, che però sbaglia clamorosamente.

Flop

  • Lasik. Ancora una prestazione al di sotto della sufficienza: evanescente.
  • Gonzalez. Disattento ed ingenuo. Il giocatore ha sbagliato mestiere, usa un po’ troppo le mani in un’occasione rimedia l’ammonizione che lo terrà lontano dal campo nella prossima giornata. Nel secondo tempo rischia il rosso, ma l’arbitro non lo vede e viene graziato

Cristina Mariano

Condividi