Top & Flop. Crollo granata al Libertati. Doppia prestazione dei Lupi

Un pareggio ed una rovinosa sconfitta. Questo il bilancio per questo week end di Serie B, cos√¨ com’è stato nella scorsa. Si invertono però le parti.

Per quanto riguarda l’Avellino, i Lupi sono protagonisti di due prestazioni diverse. Un primo tempo iniziato con buoni presupposti per gli irpini, ma il Bari con il passare dei minuti è diventato padrone del gioco. Nel secondo tempo tutto l’opposto. Ad aiutare gli irpini c’è stata anche l’espulsione di Cissokho per un fallo, nel primo tempo, su Tavano che poteva valere il pareggio grazie alla concessione del calcio di rigore poi sbagliato da Castaldo. Il Bari si è creato le azioni per trovare il pareggio, ma Frattali e l’imprecisione hanno salvato l’Avellino dal 2 a 0 e poi dal 2 a 1. Gli uomini di Tesser comunque hanno creato molte occasioni, con azioni personali e corali. I cambi hanno fatto s√¨ che cambiasse l’inerzia della partita, anche grazie al gol di Insigne.

La Salernitana arriva allo stadio Liberati per affrontare la Ternana dell’ex Breda con molte assenze, sia per questioni disciplinari, sia per gli infortuni che continuano ad attanagliare la squadra di Menichini. Una partita quasi decisa alla fine del primo tempo, quando i rossoverdi dominano con tre gol di vantaggio. Nel secondo tempo il tecnico inserisce anche Gabionetta, ma al 52o viene espulso e si chiudono le speranze dei granata che escono, alla fine della partita, dal campo con un sonoro 4 a 0.

TOP – Nella tragica trasferta della Salernitana c’è qualche faro nella notte. Cos√¨ come per l’Avellino., dove alcuni calciatori non brillano.

1. Roberto INSIGNE: Decide la partita con il gol che regala il pareggio all’Avellino. Bravo Castaldo a pescarlo con il suo suggerimento arretrato. Dà vitalità all’attacco irpino con i suoi giochi in velocità.

2. Samuel BASTIEN: Di ruolo centrocampista centrale, nella posizione di trequartista crea non pochi problemi alla difesa dei biancorossi. Tenta il tiro sfiorando il gol.

3. Gigi CASTALDO: La sua prestazione è positiva, regala due assist uno che ha portato al gol, l’altro che ha portato al calcio di rigore, che poi lui stesso ha sbagliato. Unico neo della prestazione dell’ex Nocerina, oltre alla grande quantità di passaggi sbagliati.

4. Alfredo DONNARUMMA: Uno dei pochi che si sbraccia cercando di fare qualcosa. Col passar del tempo cala d’intensità e viene sostituito. Del resto non poteva fare tutto da solo

5. Davide GATTO: Entra al posto di Donnarumma e si da tanto da fare. Peccato per il passivo che già condannava i granata

6. Pietro TERRACCIANO: Incolpevole sulle reti subite, lasciato dalla propria difesa alla mercè delle fere prova a salvare il risultato in diverse occasioni.

FLOP ‚Äì Molto coloro che potrebbero finire nell’elenco dei flop, specie per la sponda granata.

1. Denilson GABIONETTA: Entra nella ripresa e la sua gara dura 5 minuti. Viene espulso per un brutto e inutile fatto. Occorre un richiamo dalla società.

2. Tutta la DIFESA GRANATA: Colpevole delle reti subite, non riesce mai ad ostacolare le offensive degli avversari. Salvate in alcune occasioni da Terracciano

3 . Mister MENICHINI: Stravolge la formazione con Pestrin in difesa, snatura i laterali Ceccarelli e Bernardini. Non becca una scelta giusta in quel di Terni.

4. Fabrizio PAGHERA: Non brilla dopo il rientro dalla squalifica. Viene sostituito neanche a metà del secondo tempo per far entrare Insigne.

5. Ciccio TAVANO: Meglio rispetto alle altre partite, ma si attende ancora il ritorno del bomber.

6. Angelo REA: Lascia solo Maniero al momento del gol, permettendogli di inserirsi e di mirare verso la porta difesa da Frattali.

Cristina Mariano
Gianfranco Collaro