Taranto-Avellino 0-1. Irpini di misura, la decide Bove

L’Avellino di mister Gautieri non ha perso tempo. Gli irpini sfruttano il turno infrasettimanale della 32esima giornata di Serie C (girone C) per riscattare subito il ko casalingo subito la settimana scorsa contro il Palermo. La formazione biancoverde ha puntato i piedi allo stadio Erasmo Iacovone al cospetto del Taranto, battuto con il punteggio di 0-1. I biancoverdi hanno ritrovato la gioia dei tre punti grazie alla rete siglata nella ripresa da Bove.

L’AVELLINO CI PROVA, MA NON BASTA. PRIMO TEMPO INCHIODATO SULLO 0-0

Nel primo tempo sono poche le azioni salienti tra Taranto e Avellino. A mostrare più fame di gol, però, sono i biancoverdi. Dopo un avvio bloccato, caratterizzato principalmente da poche emozioni, è l’Avellino a creare la prima occasione della gara. La squadra biancoverde allenata da mister Gautieri sfiora il gol del vantaggio al 22’ con una conclusione violenta di Carriero che si spegne di poco al lato. Gli irpini tornano a rendersi pericolosi dopo la mezz’ora. I lupi mettono in apprensione i padroni di casa del Taranto con un’azione manovrata, dove i protagonisti sono Kanoutè e Plescia. Quest’ultimo, da posizione invitante, non trova il gol di un non nulla. Nei minuti cruciali della prima frazione, gli irpini pigiano ancor più il piede sull’acceleratore, tanto dal portarsi ad un passo nuovamente dalla rete del vantaggio. Al 40’, gli ospiti fiutano il gol con una bordata di Rizzo che si stampa sulla traversa. Sulla ribattuta ci prova Carriero che con deviazione di Benassai chiama Chiorra agli straordinari.

AVELLINO SUPER IL TARANTO DI MISURA. LA DECIDE BOVE

Il primo sussulto della ripresa è invece del Taranto. I padroni di casa vanno alla ricerca del gol con una conclusione di Santarpia che costringe Forte agli straordinari. La risposta dell’Avellino arriva qualche minuto più tardi. Gli irpini replicano trovando la tanto agognata rete del vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo, concretizzato da un imperioso stacco di testa di Bove. Galvanizzata dal momento, la formazione ospite al 67’ sfiora il raddoppio con Mastalli che da ottima posizione manca l’appuntamento col gol con un’incornata di testa. Il Taranto si fa pericoloso solo al minuto 77. L’Avellino viene messo a dura prova da Giovinco che prima si accentra e poi scaglia un rasoterra verso la porta di Forte, ma il suo tiro, seppur di poco, termina in out. Nel finale di gara è il Taranto a cercare il gol con insistenza. I diversi tentativi dei padroni di casa, però, risultato vani. L’Avellino tiene botta, portando a casa una buona vittoria esterna.

TABELLINO

TARANTO-AVELLINO 0-1 (0-0 pt)

TARANTO (4-2-3-1): Chiorra; Tomassini, Riccardi, Benassai, Ferrara; Marsili (69’ Cannavaro), Civilleri (80’ Granata); Mastromonaco (64’ Pacilli), Giovinco, Manneh; Santarpia.

A disposizione: Loliva, Antonino, Pacilli, Granata, Turi, Maiorino, Cannavaro. Allenatore: Lentini.

AVELLINO (3-5-2): Forte; Silvestri, Scognamiglio, Bove; Rizzo, Carriero (62’ Mastalli), De Francesco, Kragl, Mignanelli; Kanoutè (83’ Micovschi), Plescia (62’ Maniero).

A disposizione: Pane, Pizzella, Mastalli, Dossena, Mocanu, Maniero, Micovschi, Tarcinale, Stanzione. Allenatore: Gautieri.

DIRETTORE DI GARA: Mario Saia di Palermo

ASSISTENTI: Antonio Severino di Campobasso —  Luca Feraboli di Brescia

QUARTO UOMO: Giorgio Di Cicco di Lanciano

AMMONIZIONI: Manneh (34’), De Francesco (37’), Mignanelli (69’), Giovinco (79’), Kragl (80’)

ESPULSIONI

MARCATORI: Bove (57’)

RECUPERO: 1’ (pt), 6’ (st)