“T-Factor”. I talenti del calcio nostrano: Enrico Brignola

Bentornati al nostro consueto appuntamento,aneto con la rubrica “T-Factor. I talenti del calcio nostrano”. Questa settimana abbiamo scelto un talento “di casa nostra”, casertano doc, ha vestito le maglie di Benvento prima e Sassuolo poi, dice di ispirarsi ad Arjen Robben. Indovinato chi è? Si, stiamo parlando di Enrico Brignola, attaccante del Sassuolo di De Zerbi, che dopo l’esperienza a Benevento, ha voluto portarlo con se al Sassuolo. Andiamo a conoscere meglio questo talento.

CHI √à? – Enrico Brignola nasce a Caserta l’8 luglio del 1999, ma cresce a Telese, paese in provincia di Benevento, e dopo aver mosso i primi passi nei settori giovanili di Benevento e Roma, approda in Serie A proprio con gli stregoni, lasciando tutti a bocca aperta per la qualità delle sue giocate e per la personalità dimostrata in campo.

CARATTERISTICHE – Brignola è un attaccante, è più precisamente un ala, mancina di piede, molto rapida e dotata di ottima tecnica individuale, il suo punto di forza è senz’altro il dribbling e la capacità di saltare il diretto avversario creando, cos√¨, superiorità numerica. √à un calciatore molto duttile: può, infatti, giocare anche da seconda punta o da trequartista. Per le sue caratteristiche è stato spesso paragonato a Lorenzo Insigne, anche se il nostro Enrico dice di ispirarsi all’olandese Arjen Robben.

LE GIOVANILI: BENEVENTO E ROMA – Inizia la propria carriera nelle giovanili del Benevento, e nel 2015 passa in prestito alla Roma, con cui gioca per un anno nella selezione Primavera, per poi tornare al Benevento, dove il 17 settembre del 2016 esordisce in Serie B, nella gara contro il Latina, terminata sul punteggio di 1-1. Questa risulterà essere la sua unica presenza nella stagione 2016-17, conclusasi con la promozione del Benevento in massima serie.

L’ESORDIO IN MASSIMA SERIE – Esordisce in Serie A il 3 dicembre del 2017 nel pareggio per 2-2 contro il Milan, nella gara che regalerà il primo punto in assoluto del Benevento in Serie A. Il primo gol arriva poco più di un mese dopo, il 6 gennaio 2018 (alla sua terza presenza), nella vittoria per 3-2 in casa contro la Sampdoria. Si ripete, poi, l’11 febbraio, siglando una rete nella sconfitta per 5-2 contro la Roma. Ed il 18 marzo mette a segno la sua terza marcatura, siglando la rete dell’1-0 nella sconfitta per 1-2 contro il Cagliari. Al termine della stagione Enrico colleziona 17 presenze e 3 reti in campionato ed una presenza in Coppa Italia.

L’ARRIVO IN EMILIA – Il 2 agosto del 2018, Brignola viene acquistato dal Sassuolo, che gira in prestito al club del patron Vigorito Filippo Bandinelli e Federico Ricci più 3,5 milioni di euro (con 500.000 euro di bonus ed il 50% sulla futura rivendita del calciatore).

NAZIONALE – Enrico Brignola ha fatto parte delle Nazionali Under 19 (5 presenze ed 1 rete), Under 20 (3 presenze) ed Under 21 (2 presenze). Il 21 marzo 2018 debutta con l’Italia Under 19 nella gara contro i pari età della Grecia. Realizza la sua prima rete azzurra nella partita della fase √©lite degli Europei Under 19, contro la Repubblica Ceca. Gioca 2 partite con l’Under 20 e viene convocato, il 19 maggio del 2018 dal CT dell’Under 21 Luigi Di Biagio, per il doppio impegno contro Portogallo e Francia.

Giovanni Tafuto

Condividi