Stadio Guariglia, fine mese o primi di novembre possibili date di ripresa

Dovrebbe essere pronto per la fine del corrente mese di ottobre, massimo per i primi di novembre, lo stadio Guariglia di Agropoli. I lavori di manutenzione commissionati dalla Gelbison del presidente Puglisi in accordo con l’amministrazione comunale, per adeguare l’impianto agli standard regolamentari della Lega Pro, ed iniziati nello scorso mese di luglio, proseguono ad un buon passo.  Nello specifico gli interventi hanno riguardato la costruzione di una stanza spogliatoio per gli arbitri donne, due magazzini (uno a disposizione dell’ Agropoli, l’altro della Gelbison), la sala antidoping e la costruzione della tribuna stampa, questa una lacuna storica dell’impianto. Grande attenzione è stata posta al rifacimento del terreno di gioco che subirà una costante manutenzione, ai necessari divisori sulle tribune, ed alle zone di prefiltraggio.

Le panchine, inoltre, sono state spostate sotto la principale tribuna Palluotto, come già avveniva qualche anno fa, e non nei pressi del settore ospiti.  Quasi tutto pronto dunque: il 30 ottobre la Gelbison, che attualmente utilizza il Torre di Pagani per le proprie partite casalinghe, potrebbe quindi già debuttare, nella sua nuova casa temporanea, contro la Fidelis Andria, oppure il 13 di novembre contro la Turris.  Per ciò che riguarda invece l’Agropoli, il “ritorno a casa”,  con la squadra che ha iniziato il campionato al Vaudano di Capaccio Paestum, potrebbe avvenire nell’ infrasettimanale del 2 novembre contro il Vico Equense o magari anche prima contro l’ Audax Cervinara. Nei prossimi giorni dovrebbero esserci comunicazioni ufficiali in merito, che indicheranno una data certa di ripresa delle attività dell’ impianto di Contrada Marrota.