Stabiaequa, 700 runner ai nastri di partenza

Vico Equense – Saranno 700 i corridori provenienti da ogni parte della Campania ed anche da fuori regione attesi ai nastri di partenza domenica 4 febbraio per l’11esima edizione della corsa podistica “Stabiaequa” organizzata dall’associazione “Stabiaequa Half Marathon” presieduta da Andrea Fontanella con il patrocinio del Coni, del Comune di Vico Equense, dello Uisp (Unione Italiana Sport per tutti), dell’I.S.I.S. “Francesco De Gennaro” e con la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabia.

La partenza, per la prima volta da Vico Equense anziché da Castellammare di Stabia, è prevista alle ore 8.30 all’altezza di Piazzale Siani. Gli atleti, dopo un breve percorso ad anello risalendo lungo via Filangieri, piazza Umberto I, via Roma, Via Nicotera, scenderanno lungo via Luigi De Feo per poi incamminarsi lungo via Luigi Serio e quindi sulla Statale Sorrentina in direzione di Castellammare di Stabia. L’ingresso nella Città delle Acque da via Guglielmo Acton per proseguire poi su via Brin, corso Vittorio Emanuele, via De Gasperi, svolta su via del Marinaio che rappresenta il giro di boa prima di immettersi sul lungomare stabiese e ritornare alla volta di Vico Equense.

«Siamo molto contenti – spiega Andrea Fontanella, presidente dell’associazione Stabiaequa Half Marathon – che anche quest’anno centinaia di atleti abbiano creduto nella nostra manifestazione, divenuta un appuntamento fisso per professionisti e amatori. Ciò conferma l’elevato livello di apprezzamento che la nostra gara riscuote tra i runner anche ben oltre i confini regionali. A loro va il mio più sincero “in bocca al lupo” per la competizione».

Un tracciato di 10 miglia (pari a 16,093 km), di lunghezza più breve rispetto alla consueta mezza maratona delle passate edizioni, da percorrere vista mare con Capri, Ischia e il Vesuvio sullo sfondo, costeggiando patrimoni naturali inestimabili quali l’area marina protetta del Banco di Santa Croce e il sito fossilifero di Capo d’Orlando. Ma alla lunghezza inferiore corrisponde maggiore difficoltà: la partenza verso Castellammare infatti sarà in discesa, l’arrivo (e il ritorno a Vico) in salita, visto che la SS.145, in quel tratto, raggiunge pendenze anche del 12%. Una variabile di cui i corridori dovranno tener conto per dosare bene le forze e concludere la gara. Lo scenario resta comunque identico, la Statale Sorrentina nei chilometri che segnano l’ingresso in costiera che da sempre è uno dei luoghi preferiti da sportivi e amatori per gli allenamenti. Un tratto di strada deputato ad ospitare il “Percorso degli olimpionici”, tracciato ciclopedonale protetto già finanziato per 5 milioni di euro e che prende nome proprio dal fatto che campioni del canottaggio quali i fratelli Abbagnale e Francesco Esposito o dell’atletica quale Alfredo Norvello l’hanno scelto da sempre per i loro allenamenti.

Al termine della gara, le premiazioni si terranno in Piazzale Siani: saranno premiati i primi 5 atleti maschili e femminili in assoluto, oltre ai primi 5 maschili e 3 femminili delle categorie Uisp. A tutti i partecipanti sarà invece consegnata la medaglia con l’effige della Chiesa della SS. Annunziata, simbolo della Città di Vico Equense come ricordo della partecipazione ma soprattutto di una giornata all’insegna dello sport, dell’amicizia, dell’aggregazione e del benessere psicofisico.