Sporting Sala Marcianise, Campana: Penalizzati dalla lunga sosta, ma onore alla Partenope”

Ad una settimana dalla delusione per l’eliminazione al primo turno dei playoff, in casa Sporting Sala Marcianise è il presidente Gianpiero Campana a commentare la cocente sconfitta patita ad opera della Partenope Innanzitutto voglio fare i miei complimenti alla Partenope per il meritato passaggio del turno, da parte nostra c’è tanto rammarico per questa uscita frettolosa dagli spareggi perch√© era nostra intenzione arrivare il più lontano possibile. Ma restare fermi venti giorni dalla fine del campionato ci ha fatto perdere il ritmo partita, venivamo da undici vittorie consecutive e fermarci è stato deleterio. Qualche elemento non era al top e lo abbiamo pagato, sono convinto che se si giocava subito dopo il termine del campionato l’esito era diverso, abbiamo perso smalto poi nelle due partite siamo stati molto imprecisi colpendo una enormità di pali ma senza crearci alibi si sa che con i se e con i ma non si va da nessuna parte e quindi prendiamo atto di queste sconfitte. Ci tengo inoltre a ringraziare il gruppo Skorpions dei tifosi che ci ha incitato dal primo all’ultimo secondo ed ha applaudito tutti sportivamente a fine partita. Il futuro? Intanto do un otto pieno alla stagione dello Sporting Sala Marcianise, ottimo lavoro dello staff societario e tecnico, è mancata la ciliegina sulla torta è vero ma la stagione rimane pur sempre strepitosa. Sinceramente è ancora presto per parlare del domani, dobbiamo ancora smaltire questa eliminazione e poi inizieremo a discuterne. L’amaro risveglio tiene le bocce ferme quindi nella società del duo presidenziale Detta-Campana che non si aspettava di concludere ad aprile il suo campionato, dopo due stagioni ad alti livelli con la finale playoff della passata stagione e l’uscita al primo turno quest’anno è ovvio che qualche settimana di riflessione servirà per chiarire e programmare al meglio il futuro di questa compagine che in serie B è ad alti livelli e sempre protagonista negli ultimi anni.

 
clicca per la pagina Facebook
clicca qui per seguirci su Twitter

 

 

 

 

 

 

 

Condividi