Sporting Sala Consilina, pari nel derby con la Sandro Abate

Dieci gol, rimonte e contro rimonte, cartellini sventolati a iosa da ambo i lati. C’è stato di tutto nel derby campano tra Sporting Sala Consilina e Sandro Abate Avellino, con i padroni di casa che al Centro Sportivo Meridionale di San Rufo impattano per 5-5 contro i lupi irpini. La rete di Salas nel finale regala il pareggio agli uomini di Oliva in una gara condizionata da alcune indecisioni arbitrali, da un lato e dall’altro, che fanno salire la tensione in un derby tanto combattuto quanto corretto e spettacolare.Ad aprire le danze è uno dei protagonisti assoluti della serata, il neo acquisto irpino Attilio Arillo che dopo 3 minuti finalizza una gran giocata di Di Luccio che coglie in contropiede una distratta difesa dei salesi. Capitan Brunelli prova a dare la carica con le sue potenti conclusioni ma è l’Avellino a trovare il raddoppio a metà primo tempo, sempre con Arillo. Pochi minuti e il solito Renzo Grasso rianima il palazzetto di casa, trovando una gran rete che fissa momentaneamente il punteggio sull’1-2 con cui si chiude il primo tempo.  Nella ripresa è un vero e proprio festival del gol. Il primo a provarci è Carducci che va vicino al pareggio centrando il palo, poi è Brunelli a sfiorare la rete. Gli sforzi dei ragazzi cari ai presidenti Detta vengono premiati quando è Salas a trovare il pari dopo 6 minuti dall’inizio del secondo tempo. Ma, neanche il tempo di festeggiare, che Wilde riporta ancora avanti i suoi per poi servire lui stesso a Di Luccio la palla che vale il nuovo doppio vantaggio irpino, è 2-4. Mister Oliva schiera dunque Stigliano portiere di movimento e proprio il numero 7 accorcia ancora le distanze ma è ancora uno scatenato Wilde a ribattere con un altro gol, quello che vale il 3-5 colpendo facilemente in una difesa gialloverde che lascia ancora una volta a desiderare. Lo Sporting centra il secondo legno della serata con Grasso e spinge sull’acceleratore, uno sforzo incredibile dei draghi che riescono, complice anche l’espulsione di Wilde, a recuperare la gara e a trovare il pareggio. Prima è Stigliano a segnare sfruttando la superiorità numerica, poi nel finale è Salas che a 15 secondi dallo scadere regala la gioia al pubblico del Centro Sportivo Meridionale, chiudendo la gara sul 5-5.  SI PUO’ DARE DI PIU’ – Lo cantavano Ruggeri, Tozzi e Morandi, oggi è il mantra che recita il tecnico dei draghi salesi. Infatti, in un derby tutto di rincorsa, con la Sandro Abate sempre avanti e un pareggio acciuffato negli ultimi istanti che fa bene più al morale che alla classifica, il tecnico gialloverde, Fabio Oliva, intervenuto al termine della gara, ricorda come c’è tanta strada da fare:  “Apprezzo lo sforzo della squadra ma il risultato non ci premia troppo. Troppi errori dei miei, cosi soffriamo e rischiamo troppo. Dobbiamo essere più lucidi, piu cinici, più attenti. Il pubblico ci ha dato una mano negli ultimi istanti per dare quel quid in più, grazie ai nostri tifosi che ci sostengono sempre. Ora bisogna ricaricare le batterie per ripartire nel girone di ritorno, non è stato fatto ancora nulla e possiamo dare di piu tutti”.  Anche Basile, tecnico dela Sandro Abate, punta l’attenzione sulle indecisioni nella direzione della gara: “Una partita bellissima da ambo i lati, il pubblico sarà soddisfatto di ciò che ha visto. Abbiamo giocato di cuore e sacrificio, ma a mio avviso anche Salas meritava la seconda ammonizione come lo è stato per Wilde, senza lui abbiamo perso tanto”.  SARA’ ANCORA DERBY – Con questo risultato lo Sporting chiude il girone d’andata all’undicesimo posto in campionato, posizione che la vede accoppiata alla Feldi Eboli per il primo turno di Coppa Italia. I draghi giocheranno così al Palasele la loro prima partita della storia nella massima coppa nazionale.  SPORTING SALA CONSILINA-SANDRO ABATE 5-5 (1-2 p.t.)  SPORTING SALA CONSILINA: Fiuza, Grasso, Salas, Brunelli, Carducci, Thorp, Pozzo, Arcidiacone, Zonta, Stigliano, Teramo, Cutrignelli. All. Oliva  SANDRO ABATE: Parisi, Arillo, Wilde, Di Luccio, Avellino, Mazzei, Luce, Vitiello, Ugherani, Joseilto, Petrillo, Hozjan. All. Basile  MARCATORI: 2’45” p.t. Arillo (SA), 9’29” Arillo (SA), 10’52” Grasso (SP), 6’13” s.t. Salas (SP), 6’57” Wilde (SA), 11’12” Di Luccio (SA), 14’02” Stigliano (SP), 14’34” Wilde (SA), 18’06” Stigliano (SP), 18’45” Salas (SP)  AMMONITI: Grasso (SP), Salas (SP), Carducci (SP), Wilde (SA) ESPULSI: A 17’45” s.t. Wilde (SA) per doppia ammonizione

ARBITRI: Simone Zanfino (Agropoli), Ivo Colangeli (Aprilia)

CRONO: Giovanni Loprete (Catanzaro