Spal-Salernitana. I granata sfidano gli emiliani, al “Paolo Mazza” si insegue la A

Allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara la Salernitana di Fabrizio Castori fa visita alla Spal di Pasquale Marino in occasione della 7^ giornata del campionato di Serie B. La gara, il cui fischio d’inizio è fissato alle ore 21:00, sará arbitrata dal sig. Pezzuto della sezione di Lecce.

Gli emiliani vengono da ben 3 vittorie consecutive e si può dire che hanno ingranato la marcia giusta dopo un periodo di appannamento: ora si ritrovano al settimo posto a quota 9 punti. Ma occhio ai granata di Salerno, che in campionato vengono dall vittoria con l’Ascoli e dalla gara non giocata con la Reggiana; tuttavia sono ancora imbattuti e ad oggi quarti in classifica a quota 11 punti. Le due compagini hanno un obiettivo in comune: fare di tutto per conquistare la Serie A.

COME ARRIVA LA SPAL
La squalifica di Castro è pesante e il suo valore tecnico mancherá tanto ai ragazzi emiliani: il centrocampista ex Cagliari, a segno nelle ultime due gare, è stato fermato per tre turni. Tra Covid e infortuni restano a casa Paloschi, Sergio Floccari, Viviani e Strefezza, da monitorare invece la situazione dell’esterno offensivo D’Alessandro. A guidare l’attacco saranno i fratelli Esposito, in un 3-4-1-2 che esalterà anche le caratteristiche di Missiroli. In campo anche il difensore ex Fiorentina Luca Ranieri che, per due giorni, è stato virtualmente granata prima di lasciare la cittá a causa di alcune pressioni social ricevute dai tifosi campani. Intoccabile tra i pali Berisha che, per media voto ad ora è il migliore della categoria. Ecco i convocati di mister Marino per la sfida di stasera: PORTIERI: Berisha, Galeotti, Thiam.
DIFENSORI: Okoli, Ranieri, Salamon, Spaltro, Tomovic, Vicari.
CENTROCAMPISTI: D’Alessandro, Dickmann, Sa. Esposito, Missiroli, Murgia, Sala, Sernicola, Valoti.
ATTACCANTI: Brignola, Di Francesco, Se. Esposito, Jankovic, Moro, Seck

COME ARRIVA LA SALERNITANA
Assenze pesanti per i granata che, in attesa venga presa una decisione sulla sfida fantasma con la Reggiana (tre punti a tavolino proietterebbero il cavalluccio al primo posto, ndr), giocheranno una sfida delicatissima contro una corazzata senza quattro potenziali titolari. Mancheranno, infatti, il terzino offensivo Walter Lopez, i fantasisti Cristiano Lombardi e l’ex Lazio Anderson e l’attaccante Cedric Gondo. Recupero in extremis per il difensore Bogdan, ancora a caccia dell’esordio in campionato. Considerando che manca un esterno sinistro di ruolo e che Baraye è considerato ancora acerbo, non è affatto da escludere che la Salernitana ritorni al 3-5-2 adattando Kupisz nel ruolo di mezzala. Fosse ancora 4-4-2, invece, sarà Veseli a spostarsi a sinistra, con Casasola a destra e il tandem Aya-Gyomber al centro. In avanti non si può prescindere da Djuric e Tutino, con Giannetti unica alternativa di ruolo ma che stasera partirá dalla panchina.